lunedì 21 gennaio 2013

I rialzi per sedia dal minimo ingombro: modelli a confronto

Da una richiesta di una lettrice nasce questo post con alcune segnalazioni di prodotti "da viaggio" salvaspazio, per affrontare la neve con scarponi, doposci... e un bambino.


Questa è la domanda di Marzia: "A marzo andrò a sciare e col bimbo (15 mesi) mi devo portare un alzasedia o qualcosa del genere per farlo stare a sedere... qual'è il piu piccolo che esiste? perche devo calcolare che tutte le volte me lo devo portare in baita con passeggino, borsone, cambio, giochi per intrattenerlo durante il giorno, sci, scarponi, moonboot... insomma saremo carichi come dei muli...."


Una buona soluzione salvaspazio, vresatile ed utilizzabile nel tempo è il Sit & Carry di Ekko. E' un prodotto 4 in 1 poichè può funzionare da simil-marsupio per sostenere il bambino (di almeno 5-6 mesi a mio parere) per brevi tragitti* in braccio al genitore, con un cuscino gonfiabile diventa un rialzo per sedia con sistema di ritenuta, o solo rialzo per i bambini più grandi, ed infine senza il cuscino è un seggiolino per trattenere il bimbo seduto sulla sedia o nel carrello della spesa. E' in tessuto, quindi non dà sostegno al bambino, ed è per questo che è indicato giusto in condizioni particolari, come in occasione di viaggi: il suo grande vantaggio è che occuma pochissimo spazio ed è estremamente leggero, pur essendo molto versatile. 


Un'altra possibilità sono le borse-seggiolino, ovvero borse in cui trasportare alcuni oggetti di prima necessità, che hanno incorporata anche una porzione che fa da rialzo. Ad esempio quella nella foto, di Janè, che ha la seduta dotata di una struttura rigida, grazie alla quale il bambino può sedervisi sopra senza schiacciare il contenuto. Ha una cinturina di sicurezza a 3 punti e cinghie per l'aggancio alla seduta e allo schienale della sedia. Anche in questo caso bisogna comunque considerare che non c'è sostegno per il bambino (le due alette laterali sono morbide e cedevoli). In genere queste borse non sono molto capienti, ma se dovete portare con voi solo comuni oggetti per il cambio e per l'allattamento al seno possono andare bene per qualche giorno di vacanza.

Dello stesso tipo vi segnalo anche la borsa Nomade Freestyle di Tomy, con un comodo doppio aggancio e portata fino a 18Kg del bambino.


...oppure la versione zainetto di Badabulle, che rialza di ben 12 cm! e ha il doppio gancio per ancorare il rialzo alla seduta della sedia. Scambiando fra se i due ganci, le cinghie che ancorano il rialzo alla sedia diventano gli spallacci dello zainetto.
 


Se poi si rinuncia al rialzo, si trovano soluzioni davvero minimal, sia nel prezzo che nell'ingombro e peso. Come il Dining Chair Harness di Clippasafe, in pratica una fascia elastica che "lega" (forse anche senza virgolette) il bambino allo schienale della sedia. Ha due cinghie che lo collegano alla struttura della sedia, e due anelli per poter agganciarvi una ulteriore cintura di sicurezza opzionale. Si adatta alla stragrande maggioranza delle sedie (tranne quelle con lo schienale vuoto, ovviamente!).







Più carina, ma un po' più ingombrante la Nomade Plus di Babytolove. Chiusa diventa una borsetta portaoggetti, aperta può essere usata anche come copertina di emergenza per far sedere il bambino a terra o come base per il cambio pannolino.

2 commenti:

  1. fantasticoo grazie mille gentilissima e utilissima!

    RispondiElimina
  2. In quanto mamma di 2 bimbi piccoli trovo utilissimo questo blog!
    Con questo post mi hai dato proprio una bella idea: utilizzerò il nostro rialzo per la sedia per portare la mia piccola sul carrello della spesa (ovviamente togliendogli il cuscino) visto che tenta sempre di alzarsi ed io per controllarla prendo le cose a caso dallo scaffale e non vedo nemmeno quello che sto acquistando!

    RispondiElimina