venerdì 26 ottobre 2012

Conservare tutte le foto di un anno in un fotolibro: impresa possibile!

Si scattano sempre una marea di fotografie, soprattutto ai bambini, ma che fine fanno? Io ogni anno preparo un fotolibro con le foto della Pupattola: ci vogliono diversi giorni, ma ne vale la pena!


Pochi giorni dopo il compleanno della Pupattola, per me inizia un tour de force contro il tempo: preparare entro Natale il suo fotolibro dell'anno. Si tratta di mettere insieme tutte (T_U_TT_E) le foto che le ho scattato durante l'anno, scegliere le migliori, più belle o più significative, ed impaginarle in un fotolibro .
Ormai sono tre anni che lo faccio, ed ho già tre fotolibri all'attivo: quello della gravidanza e del primo mese, e quelli del primo e secondo anno di vita (più quello del viaggio di nozze!). Ovviamente il libro del primo anno, più che un fotolibro, è una fotoenciclopedia, dato che le ho scattato miriadi di foto, e che all'epoca mi sembravano tutte indispensabili, ognuna ritraendo una piccolissima espressioncina del viso "che sì assomiglia a quell'altra ma qui tira su il muscoletto del sorriso..." e via discorrendo.


Col tempo ho imparato a selezionare meglio le foto: quest'anno ad esempio sono stata molto parca: SOLO 142!!!
Se si vuole ottenere un buon risultato anche graficamente ci vuole un po' di tempo, ma ne vale davvero la pena. In alternativa si possono sfruttare i software automatici che si trovano online.

Io mi organizzo così: ogni volta che scarico le foto dal cellulare o dalla macchina fotografica seleziono subito le foto che si candidano per il fotolibro. Inizialmente non faccio una cernita severa: se la foto ritrae un momento di vita della Pupattola è dentro, anche se è mossa o la testa è mozzata, non si sa mai. Così mi ritrovo a fine anno con una cartella "Pupattola" sul desktop, piena zeppa di foto. In questo modo risparmio tempo nel corso dell'anno, e non rischio di buttar via qualcosa che può rivelarsi significativo in seguito.
Quando poi arriva il momento dell'anno in cui decido di dedicarmi al fotolibro, inizia la vera e propria selezione, scartando le foto venute male o ridondanti, per arrivare ad avere una cartella con 150 - 200 foto.
A questo punto le passo nel software del fotolibro.


Ma come si crea un fotolibro?

Esempio di software online per personalizzare il fotolibro


Ci sono vari photoservice online che forniscono il software per realizzare sul proprio PC un fotolibro: in alcuni casi si tratta di scaricare un programma sul vostro pc, in altri casi, come ad esempio Photobox , da cui sono state ricavate le immagini di questo post, si può lavorare direttamente online.

Vi sembra un lavoro improbo? Vi sbagliate, perchè una volta selezionate le foto, se non avete particolari pretese (non come me, che scelgo gli sfondi, la sequenza temporale o ogni più pidocchiosa menata :-p ) il software può fare tutto il lavoro di impaginazione in automatico al posto vostro. In pratica, se avete le foto pronte, ci vogliono 5 minuti, perchè il software online vi propone dei fotolibri pre-impaginati, molto belli graficamente, da riempire con le vostre foto!
Se invece siete delle controller come me, potete optare per i libri fotografici completamente personalizzabili: all'interno del software potete scegliere la copertina in cartone o in pelle, rilegato o con la spirale, il colore degli sfondi, la posizione delle foto, e ancora aggiungere cornici, colori, effetti speciali e quant'altro (tutto fornito all'interno del software).
Una volta dato l'ok per la stampa, il fotolibro vi arriva a casa fresco di tiratura, con foto che non sbiadiranno mai, e che saranno certamente un ricordo fantastico!


Vi segnalo tra l'altro che proprio su Photobox fino al 31 ottobre c'è una promozione "1 comprato 1 gratis" inserendo il codice 2NOV12.


Si scattano sempre una marea di fotografie, soprattutto ai bambini, ma che fine fanno? Destinate a rimanere a stagnare dentro una cartella del pc? e magari a parderle definitivamente quando si svampa l'hard-disk? Molto meglio stamparle o farsi un fotolibro!
Io inizio, buon lavoro anche a voi!

Nessun commento:

Posta un commento