martedì 22 maggio 2012

Seggiolino Maximo di MammaCangura by Bellelli: la recensione di A Prova di Mamma

Seggiolino auto gruppo 1-2-3 reclinabile, ampio ed aerato, ma con alcuni limiti di praticità.

Il seggiolino auto Maximo by Bellelli è un seggiolino ampio e aerato, che può svolgere la tripla funzione di:
- seggiolino Gruppo 1, utilizzandolo per bambini dai 9 ai 18Kg con le relative cinture a cinque punti in dotazione;
- seggiolino Gruppo 2, per bambini dai 15 ai 25 Kg, sfruttando le cinture di sicurezza dell'auto;
- seggiolino Gruppo 3, nella fascia di peso 22 - 36 Kg, eliminando lo schienale ed utilizzando il solo rialzo alla base, con l'aggiunta di un connettore per le cinture di sicurezza. Quest'ultimo serve per abbassare la posizione della cintura dell'auto a livello delle spalle del bambino.

Lo schienale si separa facilmente dalla base, basta inclinare lo schienale in avanti verso la seduta: questo movimento libera l'incastro tra le due parti, che possono così essere separate velocemente.

La caratteristica unica di Maximo è di essere uno dei pochissimi, se non l'unico, seggiolino reclinabile  omologato nei Gruppi 1-2-3.
Per reclinarlo deve essere ruotata la manopola posta davanti alla seduta: questo porta in fuori, sul retro della seduta, un pistone che premendo contro lo schienale dell'auto spinge in avanti la seduta del seggiolino.



Il risultato è uno schienale reclinabile in modo continuo, caratteristica unica nel suo genere.
Purtroppo, per reclinare lo schienale, è necessario intervenire anche sulle cinutre di sicurezza dell'auto. Il seggiolino è infatti fissato all'auto tramite le cinture di sicurezza, che scorrono dietro lo schienale e sotto i piccoli braccioli della seduta. Per assicurare bene il seggiolino all'auto e garantirne l'efficacia è necessario mettere in tensione correttamente le cinture, come per tutti i seggiolini installati con questo sistema (non-Isofix). Quando però si vuole reclinare il seggiolino Maximo è necessario allentare la tensione delle cinture, per permettere alla seduta del seggiolino di allontanarsi dallo schienale dell'auto.

Maximo ha poi il vantaggio di essere dotato di un rivestimento ben aerato, interamente sfoderabile tramite delle zip. Nella fodera è incorporata anche una piccola tasca laterale sul fianco sinistro del seggiolino.






La regolazione delle cinture avviene in contemporanea con quella del poggiatesta, e si effettua in modo semplice tramite un grosso pulsante posto sul retro. Ovviamente, è pertanto necessario rimuovere il seggiolino dal sedile auto per effettuare questa manovra.



I seggiolini auto del gruppo 1-2-3 sono omologati per bambini dai 9 ai 36 Kg. In teoria, una volta passata la fase dell'ovetto, sarebbe sufficiente scegliere un seggiolino appartenente a questa categoria per utilizzarne (ed acquistarne!) uno solo per tutto il tempo dell'obbligo di legge. Spesso però, proprio perchè devono accogliere bambini così diversi in età e peso, sono fin troppo ampi per un bambino al di sotto dei 12 - 18 mesi.

In base alla mia personale esperienza con Maximo, direi che è proprio uno di quei casi. Il seggiolino è davvero ampio e confortevole per un bambino pienamente indipendente nella seduta: la Pupattola riesce persino a starci con le gambe quasi incrociate, cosa che lei ama molto per poter cambiare posizione durante il viaggio.

Ma proprio per questo è decisamente troppo poco contenitivo per i più piccoli. Personalmente, non lo consiglierei prima di un anno di età almeno.

Nel mio caso, ho deciso che lo utilizzerò quando l'attuale seggiolino del Gruppo 1 arriverà a fine vita, cosa che accadrà certamente prima che la Pupattola di 2 anni e mezzo e 13 Kg arrivi al limite di legge per il gruppo 1 di 18Kg. Come ho avuto già modo di dire in un altro post, infatti, i limiti di peso per la capienza degli accessori per bambini sono decisamenteda prendere con le molle.
Questa decisione è stata presa quando abbiamo utilizzato il seggiolino Maximo in notturna, con relativo addormentamento in auto. Il risultato è stato questo:


una posizione troppo poco ergonomica per questa età. Devo ammettere che in quell'occasione non ho utilizzato la posizione reclinata del Maximo, quindi è possibile che, se lo avessi fatto, la bambina avrebbe assunto una posizione più riposante per il collo. Ma il problema rimane: se per reclinarla devo fermare la macchina, sganciare le cinture di sicurezza, farle scorrere dietro il suo schienale mentre lei dorme, riagganciare le cinture e metterle in tensione, e quindi ripartire, il tutto è quanto meno poco pratico.

In compenso il prezzo intorno ai €150 è accessibile per un seggiolino che durerà molti anni.



Dove trovarlo?
Lo potete acquistare online in diversi e-shop fra cui BuyBaby e Prenatal


..

5 commenti:

  1. in effetti compiere tutte quelle mosse col nano dormiente sarebbe un'impresa
    il seggiolino scelto da noi ha un aggiunta che 'abbraccia' molto il capo e Bagigio vi appoggia la testa tenendola un po' piegata

    RispondiElimina
  2. infatti, il poggiatesta è un elemento fondamentale

    RispondiElimina
  3. post davvero utilissimo. grazie!

    RispondiElimina
  4. ciao a tutti, ce l'hanno regalato su richiesta. tra gli 1-2-3 mi sembra il più furbo. in realtà avrei preferito uno di quelli col fascione addominale (tipo Pallas) ma il pupo ci avrebbe sudato dentro come un matto, quindi per climi "padani" meglio un seggiolino con chiusura tradizionale.
    Il problema della scomodità del meccanismo di reclinazione non lo trovo così fondamentale. Vista l'ergonomia del seggiolino finche il piccolo avra' 4 anni lo terro' reclinato sempre, sia di giorno che di notte, non c'è ragione di drizzarlo. La reclinazione non è tanto estrema quindi non vedo la neccessita' di continue regolazioni.

    RispondiElimina
  5. Mammacangura maximo by bellelli , grazie per l'articolo si è rivelato un ottimo acquisto

    RispondiElimina