lunedì 7 maggio 2012

Balance bike B-Bip: si comincia!

Finalmente, con l'arrivo di un po' di sole e di temperature meno siberiane abbiamo iniziato ad usare la balance bike di Bellelli, la B-Bip.

L'esperienza balance-bike
Ci tengo molto che la Pupattola prenda confidenza con questo tipo di bicicletta senza pedali, perchè la ritengo un "gioco" stimolante dal punto di vista fisico e dell'equilibrio. Questo, allo stesso tempo, la rende però una sfida difficile per le giovani capacità motorie di una bambina di due anni e mezzo, ma credo che prendendola con calma, un poco alla volta, senza insistere, sarà una conquista.

Di tutto ciò ho già iniziato ad avere delle piccole conferme: circa un mese fa, quando era comparso tutto d'un tratto un caldo tropicale durato poco più di niente, avevo fatto un primo tentativo con la B-Bip. L'unica precedente esperienza della Pupattola era un triciclo in stile Harley Davidson in miniatura, vista la posizione "a culo basso" :-p
Così quando la Pupattola si è seduta sulla bici senza pedali si aspettava una seduta altrettanto comoda ed una guida altrettanto spensierata. Ovviamente la balance bike è instabile per definizione, se non si sono acquisite capacità di equilibrio in movimento. Così l'ha abbandonata all'istante, e mi ha guardato con una faccia come dire "Ma su che cavolo di roba mi fai montare?!?"

In questi giorni l'abbiamo ripescata dal fondo del garage di Aprovadinonno, ed incredibilmente le ruotone verdi hanno fatto il loro fascinoso effetto, spingendola a volerla montare di nuovo.
Per i primi tre metri ho dovuto sostenerla da sotto le braccia, camminandole dietro, perchè si sentiva troppo instabile ed insicura, ma dopo - quando ha capito come sostenerla con le mani tramite il manubrio, e come recuperarla quando la bici tendeva a terra - ha voluto che la lasciassi andare da sola.

Per ora mi pare più che porti la bici a spasso camminandoci a cavallo piuttosto che andare propriamente in bici, facendo prudenti passeggiate di qualche decina di metri. Ma confido nella futura acquisizione di sicurezza data dall'esperienza per vederla poi scorrazzare senza quelle antipatiche ruotine (antipatiche perchè a me stanno antipatiche, ovviamente).


Valutazione tecnica di B-Bip
La balance bike B-Bip è estremamente leggera e maneggevole.
Già durante il montaggio se ne possono rilevare diverse qualità: il montaggio stesso è piuttosto semplice, con parti ad incastro ma anche molte parti da avvitare con bulloni metallici, che però restano sempre incassati e non sporgenti per evitare graffi accidentali. Questo tipo di assemblaggio ne garantisce una robustezza decisamente maggiore rispetto a montaggi esclusivamente ad incastro. La struttura plastica, allo stesso tempo, fa sì che sia leggera.

La caratteristica più importante della B-Bip, a mio parere, sta nel meccanismo delle ruote. Il loro movimento è garantito da veri cuscinetti a sfera metallici, che permettono una scorrevolezza della rotazione senza paragoni (e senza causare intoppi o fatica nel movimento).

La parte centrale del manubrio ha un rivestimento imbottito di sicurezza contro eventuali urti frontali. Il manubrio è poi dotato di protezioni per le mani in caso di caduta.


Il sellino è imbottito, ed è regolabile in altezza in modo continuo, seguendo la crescita del bambino.
Le ruote sono plastiche anti-foratura, e piene, ovvero prive di raggi, come maggior sicurezza contro l'infilarsi di dita o indumenti.


Per ora ho potuto fare solo poche foto al volo, ma conto di raccontarvi di più di questa bici nel prossimo futuro. Continuate a seguirmi!

1 commento:

  1. http://supermamma.mammacheblog.com/2010/05/11/piccoli-meccanici-crescono/
    noi abbiamo fatto così :-D

    RispondiElimina