martedì 14 febbraio 2012

Aprovadibabbo e Pepè la Puzzola: se questo non è amore...

La mia storia di S. Valentino è un po' sui generis.

Aprovadimamma questa settimana è rimasta in stato comatoso più o meno in continuazione (ovviamente non ti ammali tutto l'anno e quando ti ammali? quando organizzi 10 giveaway consecutivi sul tuo blog ed è pure il tuo compleanno, favoloso!).
Quindi Aprovadibabbo si è smazzato... si è preso cura un po' di più della bambina. Anche questo è amore.

- "Aprovadimamma, che faccio, la porto a letto?"
- "mpf..." (trad. sì - risposta comatosa, ndr)
Passano un paio di minuti.
- "Eccoci, amore de papà, stai qui a letto con la mamma, fai la brava che la mamma ha la febbre, buonanotteciao" e se la svigna a velocità supersonica.

Conosco il tipo, quindi sospetto che sia puntato dritto verso il pc, dove i suoi compagni di merende lo aspettano sul forum per parlare di carie, afte e altre amenità.
Aprovadimamma è alquanto rimbambita dalla propria temperatura corporea, ma l'uso dell'olfatto non l'ha ancora perso. Prima che Aprovadibabbo si smaterializzi dietro l'uscio della porta, faccio in tempo a ricevere un zaffata nauseante di Chanel Mademoiselle.

- "Santo cielo, Pupattola, ma che cavolo ti sei data? il profumo?"
- "Sì, facevo psss - psss, e il plofumo usciva, pssss - pssss, e il plofumo usciva, psss - psss, e il plofumo...."
- "Sì sì, ho capito, usciva... APROVADIBABBO VIENI QUA!... Scusa, ma che le hai dato? non senti che è impestata di profumo a livelli tossici?"
- "Eh, ma, io... lei era lì... io ho acceso il pc... sentivo fare psss - psss... boh?"
- "Psss psss un'accidente, mentre tu non guardavi (perchè NON guardavi di sicuro) lei si è svuotata tutto il campioncino di profumo che mi avevano dato oggi in profumeria".

Aprovadibabbo mi guarda esterrefatto. Ovviamente non gli è neanche venuto in mente di cambiarla.
Ehi, aspetta un attimo. In effetti è ancora vestita.

- "Scusa, ma il pigiama dov'è?"
- "..."
- "La vuoi mettere a letto o no? già una volta l'hai infilata a dormire con le scarpe, volevi fare il bis con tutto l'abbigliamento al completo? per di più inzuppata di profumo fino alle ossa?"
- "..."

La Pupattola comincia a stufarsi di tutto questo chiacchierare, vuole leggere un libro e fare le coccole, e così mi si butta al collo e mi si spalma avvogendomi in un bagno di Chanel pigiato direttamente dentro le narici. Da quel giorno i miei recettori nasali hanno dichiarato uno sciopero sindacale di 3 giorni per superlavoro non pagato.
Ma prima che anche l'ultimo recettore incrociasse le braccia, fa in tempo ad inviarmi un ultimo segnale, un segnale inconfondibile, riconoscibilissimo, unico al mondo: CACCA.
Dicono che ogni madre sia in grado di riconoscere il pianto del suo bambino tra mille bambini che piangono. Io non ci credo, ma sono molto più possibilista riguardo all'odore della cacca. La cacca di tuo figlio la intercetti, sempre. Anche se ormai il danno è fatto, ma tu te ne accorgi sempre prima degli altri. Di sicuro prima di suo padre.

- "OHSSANTOCIELO, ma non senti che ha fatto anche la cacca?"
- "La cacca? come la cacca? io non sento null....OHCHEPUZZA!"

La Pupattola è stata quindi riconsegnata al mittente, ed ho minacciato che nessuno dei due si ripresentasse in camera da letto prima di aver fatto un bel bagno.
Del resto è consolante sapere che anche se stai male c'è qualcuno che si occupa di lei. Anche se, in tua assenza, l'avrebbe probabilmente messa a letto vestita e piena di cacca, ma assai assai profumata :). Del resto Love is in the air.

4 commenti:

  1. ahahahaha, che tipo
    se ti consola son battaglie che si consumano in ogni focolare!!!

    RispondiElimina
  2. FANTASTICO! io voglio parlare con la pupattola e sentire che mi dice :D

    RispondiElimina
  3. ahahhahahhaha...mi hai fatto morire.

    RispondiElimina