martedì 10 gennaio 2012

{Provato Per Me} Passeggino gemellare Duodeal di Babideal

Questa è la recensione che mi ha inviato Stefania, del blog "Ingegneristicamente Mamma e Cuoca", con cui ha partecipato a "E il tuo, com'è?". Ecco com'è il suo passeggino: il gemellare Duodeal di Babideal.

"Ho aspettato che nascesse il mio secondo figlio per capire se avessi bisogno di un passeggino gemellare-fratellare e… sì, ne avevo bisogno. Speravo che il piccolo si facesse comodamente portare in una fascia o in un marsupio ma non ne ha mai voluto sapere, odiava sentirsi legato come un salame a mamma. Speravo che il grande camminasse tranquillo e beato accanto al passeggino del fratellino, ma probabilmente non potevo immaginare che un bambino di 2 anni non lo fa nemmeno sotto minaccia. Quindi mi misi alla ricerca del passeggino perfetto.
Approfittando di un’offerta all’ipermercato ho acquistato per €120,00 il Babideal Duodeal (vecchio modello, come quello della foto), attirata da un prezzo non esagerato. Posso subito dire di essere tutto sommato soddisfatta, anche se è molto distante dalla perfezione (che poi chissà se esiste questa perfezione...).

La prima buona impressione è che lo scatolone in cui era imballato è entrato nel bagagliaio della mia piccola Fiat Panda. Il montaggio è risultato semplice, ed una volta montato, nonostante il peso non indifferente (15,5 kg), da chiuso ha uno spessore di 40 cm e una larghezza di 50 cm. L'altezza è di 90 cm, a patto di smontare la cappottina del passeggero davanti. 

La chiusura è ad ombrello, piuttosto semplice, ma bisogna ricordarsi di disattivare la sicura ogni volta. La presenza di un gancio permette al passeggino di non aprirsi in modo accidentale. Inoltre si può aprire con una mano sola, aiutandosi con un piede su una leva all’altezza delle ruote posteriori, cosa molto comoda per una mamma alle prese con due monelli da tenere a bada. 

Una volta aperto il passeggino è lungo circa 120 cm. Le due sedute, dotate entrambe di cinture a 5 punti con un sistema di regolazione poco comodo, sono sullo stesso livello.
La seduta anteriore è provvista di un poggiapiedi regolabile e lo schienale può essere posizionato in due inclinazioni diverse, mentre la seduta posteriore ha un poggiapiedi mobile ma non regolabile e lo schienale si ireclina in tre posizioni. 
Qui iniziano i problemi. Lo schienale anteriore è piuttosto basso, cosa che permette una visuale migliore per il passeggero posteriore, ma che risulta scomodo nel caso in cui il passeggero anteriore sia già grandicello (oltre i due anni) e si voglia appoggiare. Inoltre, a meno che il secondo passeggero sia davvero piccolo (sotto i 6 mesi), l’inclinazione massima dello schienale anteriore cade sulle ginocchia del bambino di dietro. Lo schienale del passeggero posteriore invece ha uno strano modo di inclinarsi: la parte superiore dello schienale rimane verticale anche quando il resto dello schienale è orizzontale. Penso che l’intenzione sia quella di creare una culla per il neonato, che però non deve essere troppo lungo altrimenti non ci sta e scivola giù verso il poggiapiedi che non può essere alzato. In sostanza, per far dormire un bambino di più di 6 mesi sulla seduta posteriore non è possibile inclinare completamente lo schienale e già al primo scatto si crea una differenza di inclinazione poco confortevole.

Il passeggino è provvisto di un grande maniglione che permette di spingerlo in modo piuttosto agevole anche con una mano sola su pavimenti lisci (ad esempio al centro commerciale). Le ruote anteriori possono essere bloccate o piroettanti, le ruote posteriori possono essere frenate tramite una leva che le blocca entrambe. Tutte le ruote (due dietro e quattro – accoppiate – davanti) sono in schiuma compressa e hanno un diametro di 17 cm, abbastanza per affrontare percorsi mediamente sconnessi (ciottolati o strade non asfaltate). 

Il design non è dei più accattivanti, anzi, risulta alquanto essenziale. Tutte le imbottiture sono completamente sfoderabili, anche se è facilmente pulibile con un panno umido e il colore scuro (nero e grigio) aiuta a nascondere macchie e bricioline sparse. 
La retina portaoggetti situata sotto le sedute è abbastanza capiente ma non facilmente accessibile: è adatta per riporre piccoli oggetti ma non ci entra una borsa della spesa. Attenzione a non metterci oggetti delicati perché il bambino che sta di dietro appoggia i piedi quasi nel cestello e potrebbe urtarli.

Il passeggino è fornito con due cappottine indipendenti, due copri gambe e un telo para-pioggia che lo ricopre completamente.

In conclusione: io ho comprato il passeggino per avere la possibilità di portare a passeggio entrambi i miei bambini da sola e, grazie alla relativa compattezza e alla buona maneggevolezza, sono stata soddisfatta. Non consiglierei il prodotto a chi cercasse un passeggino per le lunghe uscite che necessitano di una nanna simultanea dei pupi."

Grazie Stefania, sei stata precisa e molto dettagliata! davvero una recensione utilissima per chi cerca un gemellare: la questione della reclinabilità degli schienali è davvero importante!

2 commenti:

  1. Wow, grazie APDM!!! Che onore.
    Ho fatto un errore però: la chiusura non è ad ombrello ma a portafoglio!

    Baci!

    RispondiElimina
  2. grazie 100! Mi è stato davvero utile, proprio oggi vado a comprarlo , ma adesso sono in dubbio tra questo e quello della graco

    RispondiElimina