venerdì 16 dicembre 2011

Le idee regalo di Aprovadimamma, 2a parte: quelle che "anche no".

Quando vi laureate vi regalano la stilografica, quando vi sposate la cornice d'argento, quando avete un figlio...

...quando avete un figlio i parenti si sbizzarriscono e gli amici impazziscono, e vi arrivano in casa davvero "le peggio cose".


La tentazione di lasciare il bambino "solo per un attimo" è frequente e giustificata (fosse anche solo per fare pipì!), ma non fatevi prendere dall'ansia: procuratevi un buon box ed evitate accuratamente l'appendi-bambino. Nessuno può garantirvi che la porta regga. Se vi arriva incartato, rimandatelo indietro con anche il fiocco.


Da noi sono ancora in voga, ma in altri paesi sono stati addirittura vietati! Pare che i "girelli" diminuiscano l'esercizio di anche e gambe, rendano scorretta la postura, e ostacolino l'apprendimento del camminare. Quindi, se ve lo regalano, anche no.



Se siete fortunate, potreste anche cavarvela con un qualcosa di simil-utile, come il Mamma-timer, oggetto del desiderio delle mamme ex-manager-super-organizzate che molto presto si rendono conto che un figlio non è corredato di libretto di istruzioni (e non saranno certo loro le prime a scriverlo).
Vi dice quando dargli la pappa, quando cambiarlo e quando farlo dormire (ahahah! "farlo" dormire!), e persino qual è l'ultima tetta che avete offerto al piccolo risucchiatore...


Se i vostri beniamini sono invece amanti dell'utile a tutti i costi, arrivando a sposare la filosofia del riciclo forzato, potreste trovare sotto l'albero il Naspirapolvere, ovvero aspiratore nasale da collegare all'aspirapolvere, così si prendono due piccioni con una sola presa della corrente. Non sto scherzando.

Le scarpine sono un altro cadeau molto in voga: chissà perchè viene sempre in mente a tutti che i bambini hanno i piedi (anche se è noto che non camminano, almeno non subito...). Mai nessuno a cui venga in mente che fanno cacca e pipì 12 volte al giorno, e che si presenti con una scorta industriale di pannolini :-/


Se avete un maschietto e un parente esteta potreste avere la fortuna di ricevere un regalo molto politically correct, come il cappuccio para-spruzzi (sottinteso, quelli di pipì). Si chiama Pee Pee Tee Pee, tradotto "la tenda indiana della Pipì". Poetico, come minimo!


Aggiungo poi, su ottimo suggerimento dei miei lettori facebook-iani, tutti gli ammenicoli possibili ed immaginabili in argento: porta-ciuccio, catenelle, cucchiaini, e chi più ne ha... non ne metta, ma si risparmi il costo e la fatica ed opti per un pacco di pannolini, grazie.

9 commenti:

  1. Sei mitica! Per il primo figlio mi si sono presentati in ospedale con quel bidone per i pannolini sporchi(come si chiama? non ricordo nemmeno il nome ...), che vengono sigillati in una plastica "profumata",a mo' di lunga salsiccia...così non si diffonde il cattivo odore in bagno. Il fatto è che dopo che lì dentro ne hai accumulati una decina, prima o poi devi svuotarlo e quindi aprirlo...

    RispondiElimina
  2. ahahah! bello l'appendibimbo! non ne conoscevo l'esistenza! Comunque sante parole, i pannolini sono dei regali molto ben voluti, peccato che nessuno ci pensa!

    RispondiElimina
  3. Sempre che non si usino quelli lavabili... come mia mamma che tutte le settimane si presentava con un pacco di pannolini fino a quando si è convinta che quei cosi di stoffa funzionavano lo stesso. Fortuna che li ho "smaltiti" per le emergenze con il secondo bambino!

    RispondiElimina
  4. ahahahahahah
    il regalo più inutile è stato un cuoci-sminuzza pappa con la capacità di mezza tazzina da the delle bambole!
    e i miei amici hanno avuto pure il coraggio di regalarlo a ME per il MIO compleanno!

    RispondiElimina
  5. @mammadibea: il bidone direttamente in ospedale? che efficienza!

    @chica79: io da un po' di tempo ho iniziato a farmi da sola le torte di pannolini da regalare alle amiche, così si presentano meglio. Mmmh... quasi quasi ci faccio un post!

    @stefania: l'idiosincrasia con le nonne è una regola non scritta, 'nnaggia!

    @mammasuperabile: ahah, carini davvero! :D

    RispondiElimina
  6. l'appendi-bambino può essere utile per chi gira tanto da sola col bimbo e deve frequentare i bagni pubblici: io finora solo in quelli ikea ho trovato il seggiolino per tenere il bimbo mentre mamma fa pipì, ed essendo diventata leggermente incontinente dopo la prima gravidanza la cosa mi risulterebbe assai comoda, se girassi il mondo. vivendo tra casa e lavoro il problema non mi sipone, in effetti.

    il girello invece parliamoci chiaro: da problemi se usato troppo, come tutto. se il bimbo ce lo metti 15-30 minuti al giorno, il danno non c'è. però è anche vero che molti genitori poi ce lo infilano al mattino e lo sfilano la sera per dormire, magari. come fanno col ciuccio che glielo tolgono di bocca solo per farlo mangiare. e poi a 10-11 anni via di apparecchio perchè il ciuccio ha deformato il palato. ma la colpa non è dell'attrezzo in sè, ma dell'uso che se ne fa.

    il mamma timer invece mi fa venire in mente solo una cosa: col cavolo che mio figlio aspetta che controlli sul cosino digitale quando ha poppato e da che tetta... la fame è fame, quando chiama c'è da dargli la prima tetta disponibile, altrochè. come se poi i bambini avessero orari fissi... (no, cioè, ditemi che non sono solo i miei a non avere orari, ma solo indicazioni di massima)

    per il naspirapolvere sono andata a vedere il sito, in cui ho trovato tanto di video dimostrativo con dei primi piani davvero significativi... per nauseare me ce ne vuole, ma loro ci sono riusciti. però mi hanno tolto un dubbio, chemi chiedevo se con la potenza dell'aspirapolvere potesse aspirare anche il cervello.

    le scarpine di solito sono anche della misura sbagliata, ed in ogni caso tempo un mese non gli stanno più perchè il piedino cresce velocemente. più o meno.

    mentre i pannolini, come ho già letto in un altro commento, potrebbero non essere graditi se una usa esclusivamente i lavabili (io che di notte preferisco gli usa-e-getta con quelli che mi hanno regalato alla nascita ci ho tirato 3 mesi ed ho gradito molto il regalo). quindi qui l'unico appunto è di informarsi prima. che coi lavabili magari fa comodo una wet-bag o qualche inserto in più.

    il ripara-pipì è assurdo... devi pure prenderci la mira per metterlo al posto giusto e al minimo movimento ops! volato via e fontana assicurata (ho due maschietti, non so come funzioni con le femminucce). molto meglio una salvietta buttata sopra, finchè non imparano a toglierla da soli.



    se volete vi dico come ho risolto io il problema dei regali inutili



    niente regali
    non ne faccio e non me ne fanno
    :D

    RispondiElimina
  7. @claudia-cipi: anch'io sto andando in quella direzione! Less is more!

    RispondiElimina
  8. Il regalo più gradito sono state le confezioni di latte liquido per la pupa, che faceva 100 grammi a poppata già a dieci giorni di vita. In genere sono riusciti tutti quei regali preceduti da domanda/ sms "cosa ti servirebbe?" che è la mia regola d'oro per fare a mia volta regali alle neomamme.

    Il regalo che mi ha lasciato senza parole è stato l'indispensabile CAPOCULLA (giuro, si chiama così). Non ci sono parole per descriverlo, ve lo faccio vedere: questo

    RispondiElimina
  9. @matrioska: uh, ce l'avevo anch'io (mi si dice) alla mia culla (trent'anni fa!!! un regalino alla moda)

    RispondiElimina