mercoledì 16 novembre 2011

Rialzo per sedia HandySitt ultracompatto (con Video!)

Quando il passaggio dal latte alla pappa è ormai consolidato, a noi genitori viene voglia di recuperare un po' di sane abitudini, come quel maledetto e godurioso viziaccio di andare a cena fuori (un giorno glielo spiegheremo, a nostro figlio, che ce lo deve, perchè anche l'affaire fra i suoi genitori è iniziato al tavolo di un ristorante!).
Arriva poi una fase della crescita in cui il seggiolone inizia ad andare un po' stretto, ma la sedia dei grandi è ancora fuori misura.
Insomma, che sia prima o che sia dopo, in ogni famiglia un bel giorno compare un rialzo per sedia.

Oggi vi presento HandySitt, il rialzo in legno e metallo di Minui. Si tratta di un oggetto di classe, ricercato nel design e nei materiali.
La differenza la si sente subito: pesa infatti oltre i 2Kg, un peso notevole per un oggetto da viaggio.

HandySitt può essere utilizzato come rialzo per sedia quando andate al ristorante, a cena fuori dagli amici, a casa dei nonni, o in ogni altro posto dove non potete contare sulla presenza di un seggiolone.

La cosa bella di HandySitt è che si adatta praticamente a qualsiasi sedia purchè abbia lo schienale, il che significa incluse le sedie imbottite, sì anche quelle LuigiXVI della bisnonna. Il vantaggio è dato dal fatto che poggia su due soli piedini, e si àncora allo schienale della sedia. Una cinghia regolabile e con clip lo tiene fermo al sedile o allo schienale, a seconda del modello di sedia con cui avete a che fare.

La distanza tra i ganci che àncorano il rialzo allo schienale e i piedini è regolabile: i piedini (neri) scorrono dentro le staffe (rosse, nella foto) in modo da ritrovare sempre la posizione orizzontale per la seduta del bambino. Una volta trovata la posizione, si avvitano e si stringono due piccole manopoline poste a metà staffa, che bloccano lo scorrimento dei piedini.



HandySitt è anche dotato di spartigambe e barra frontale di sicurezza. Lo spartigambe si collega al di sotto della seduta del rialzo tramite una clip, la barra frontale invece si inserisce a metà staffa, nel punto in cui sono presenti le manopole di cui parlavo nel paragrafo precedente. Questo complica un po' le manovre di aggancio e sgancio della barra, dovendo ogni volta svitare e riavvitare il meccanismo.

Un'altra caratteristica da tenere presente con HandySitt è che la distanza tra la seduta del bambino e quella della sedia non è regolabile: l'effetto "poggia piedi" è quindi molto diverso per bambini di diverse età, e per i più grandi può rendere difficoltoso accostarsi al tavolo o rendere meno confortevole la seduta a causa dei ginocchi troppo in alto.
Bimbo di 12 mesi su Handy Sitt
Bimbo di 24 mesi su Handy Sitt
HandySitt fa parte di un sistema completo per far sedere il bambino a tavola.

Il sistema include due zampe da utilizzare come supporto posteriore del rialzo, nel caso in cui lo si voglia usare come seggiolina per bambini da poggiare direttamente a terra, e di un seggiolone che utilizza proprio il rialzo come seduta. Quando il rialzo non è collegato alla base, questa diventa uno sgabello per gli adulti, o una scaletta da tenere ad esempio in cucina per accedere ai ripiani più alti.

Come optional è possibile acquistare l'imbottitura da inserire per l'uso con i più piccoli, e due diverse versioni di cuscino: quest'ultimo può essere un optional da considerare seriamente, dato che la seduta di HandySitt è molto scivolosa, ed il cuscino aiuta ad aumentare l'attrito.

Per vedere HandySitt all'opera, godetevi il video preparato per voi da Aprovadimamma. Buona visione!

Nessun commento:

Posta un commento