giovedì 3 novembre 2011

Foto sexy e voli col paracadute. Perchè mica stiamo tutto il giorno a riempire biberon!

Oggi è Novembre, e quindi mi sento ufficialmente autorizzata a iniziare a pensare al Natale. Che regalo si fa ad una neo-mamma a Natale? Vediamo...
...un bel reggiseno nuovo da allattamento anti tetta-pendula.
...no, una pancera anti pancia-pendula.
...oppure c'è sempre quella crema antirughe e antismagliature che ho visto l'altro giorno nell'armadietto della nonna.
...no, no, ho trovato: un bel robot da cucina, così si mette ai fornelli, tanto ora sta a casa tutto il giorno.
...e che ne dite di un bel sonaglino di peluche (lo so che è per il bebè, ma tanto è al bambino che si fanno i regali, mica alla mamma: il pacchetto è un pro-forma).

Ecco se temete che vostro marito, vostra sorella o il parentado tutto possa pensarla così, mettetevi avanti. Il vostro nuovo obiettivo di qui a Natale sarà fargli capire che regali come questi sono fuori discussione, siete diventate madri, mica vi siete rincogl**ite.

In qualità di diavoletto tentatore (sono o non sono "a prova di mamma"?) vi propongo pertanto, siore e siorine, una serie di sfiziosità che attireranno di sicuro il vostro interesse, tratte dal catalogo MyDays, il sito delle esperienze fuori dal comune.


Partiamo con un classico: il trattamento benessere. Perchè se proprio vogliono farvi un regalo, ditegli che si tengano il pupo una mezza giornata e vi lascino andare a godervi un paio d'ore di puro piacere. Voi non avete che da scegliere: dal massaggio al cioccolato, alla vasca di galleggiamento in assenza di gravità, ad un sofisticato massaggio a quattro mani. Se vi sentite generose, potete anche portarvi appresso il marito/compagno/amante/fattivostri, dato che è disponibile anche il massaggio d'amore per due e il weekend benessere di coppia.
Sei incinta? non c'è problema: c'è anche il massaggio linfodrenante per la gravidanza.


Un altro errore da evitare - diteglielo - è quello dei cosmetici. Regalarvi il solito cofanetto per il trucco della solita marca che vi regala ogni santissimo natale, nonchè creme e unguenti vari che già solo dalla confezione vi fanno capire che state invecchiando è off-limits. In questo caso, rilanciare con un corso completo di make-up, per imparare a truccarvi come le star grazie ad una seduta personalizzata, con i trucchi del mestiere svelati passo per passo (oh, le righe si coprono anche così...). Se poi non ne avete bisogno, c'è sempre un bel trattamento per i capelli, che non fa mai male.
Nell'eventualità che non siate poi così sicure della vostra immagine (anche perchè tirar fuori la tetta ogni due ore non contribuisce a far risaltare il taglio dell'abito) fatevi regalare una sessione con un consulente d'immagine. Una sessione completa, come quelle che si vedono in molti reality show delle pay-tv, dove ti fanno tirare fuori tutti i tuoi cenci dall'armadio e ti rinnovano da capo a piedi. Oppure una personal shopper a completa disposizione, tanto per piombare nuova e fresca a quella riunione dove tutti vi aspettano in tuta e occhiaie.


Se siete delle romantiche accanite, provate a buttargli là un volo in mongolfiera: scarpe comode (oh yes!) e macchina fotografica per un tuffo di tre ore in un romantico passato della storia del volo. PS - se vostro figlio è alto più di un metro, può venire anche lui.




Ah, ma io sto divagando! basta con le mammine tutte coccole e carezze! vogliamo delle esperienze forti (qualcosa di diverso, magari, dai risvegli notturni, che di quelli ne avremmo anche abbastanza).
Lui vi propone un caldo set sciarpa e guanti? voi stupitelo con una escursione in sleddog, la slitta trainata da cani Husky, come un vero Musher lappone. Oppure una escursione notturna in motoslitta con cena in rifugio.
Preferite l'ebbrezza della velocità? allora che ne dite di guidare una Ferrari su pista? o magari una Lamborghini?

Non vi basta? ma siete insaziabili! (lo sapevo che le mammine latte e sapone nascondono di più...). Coraggio, osate con una sessione di volo con paracadute, o lasciatevi cullare dal soffio del vento con un lancio in parapendio con istruttore. Se poi soffrite di vertigini, come me, potete sempre ripiegare sullo skydive, il simulatore di caduta libera.



Santo cielo, avete partorito, cosa ci sarà mai di peggio?




E va bene, preferite qualcosa di più tranquillo? tra notti in bianco e trasferte all'asilo nido ne avete fin troppo di movimento nella vostra vita? ok. E magari, tutto sommato, laggiù in fondo in fondo una vocina vi dice che non è poi così male avere un figlio, una famiglia, una casa-nido dove sprofondare distrutti la sera. D'accordo, ma questo non vi autorizza a regalarvi vicendevolmente un paio di pantofole (come ha fatto Aprovadizia <alias mia cognata> qualche Natale fa... ebbene sì). Beh, allora quello che fa per voi è un servizio fotografico!

Potreste sfruttare l'occasione dello shopping pre-natalizio per immortalare quel bel vestito nuovo che avete in programma per la piccina, nonchè quel bel gilet da ometto per il nano, e la cravatta a pois che vostra madre ha regalato a lui per il suo compleanno che non sapete perchè non se la mette mai, e andare tutti insieme a farvi un album di famiglia. Un fotografo vi metterà a vostro agio e potrete avere finalmente un ricordo esteticamente gradevole del vostro essere finalmente una famiglia (perchè le foto dell'ospedale sono un bel ricordo, ma sull'entità del "bel" potremmo discuterne).
Se poi siete genitori particolarmente orgogliosi potete anche optare per il baby-book, un book fotografico completamente dedicato al vostro bebè.

Se invece il fotografo lo volete tutto per voi, potete essere fotomodelle per un giorno in uno studio professionale che vi faccia sentire Charlize Theron (almeno per un paio d'ore). Volendo potreste persino osare per un sexy book, soprattutto come auto-terapia contro quel senso di disagio che a volte si prova nei confronti del proprio corpo dopo aver partorito. Siete belle, e più di prima, ripetetevelo sempre (e poi vuoi mettere la sua faccia quando gli consegnerete il book la sera di Natale dopo il pranzo dalla suocera! satisfaction!).

Se poi i nani sono in arrivo, fatevi immortalare con la vostra bella pancia. Due ore e mezzo, tre cambi d'abito, e 250 foto tra cui scegliere le 10 migliori. Vostro figlio vorrà sapere, un giorno, da dove è venuto, e sarà bello mostrargli le foto di una mamma radiosa e luminosa (anche se in bianco e nero, che fa molto chic) ripresa dall'occhio esperto di un fotografo professionista. Ovviamente poi non venitemi a cercare quando vi chiederà "Ma lì dentro come ci sono entrato?".





Vi siete divertite ad immaginare il vostro regalo di Natale? Pensateci seriamente e mettete un bel segnalibro a questo post (così magari lo trova anche lui).
E comunque, ricordate, lo scopo di questo post è stimolare la vostra autostima. Per Natale, pensate a voi stesse come donne, come persone, e non solo come mamme, e fate in modo che anche chi vi sta più vicino vi capisca come tali. Insomma, siete mamme ma siete soprattutto ancora delle gran belle ragazze, non importa se negli -enta o negli -anta (e comunque sono proprio i primi primi, quindi non conta). Concedetevi del tempo per voi, e sentitevi protagoniste della vostra vita.

Nessun commento:

Posta un commento