lunedì 17 ottobre 2011

Perchè NON caricare online le foto dei nostri figli

Questa mattina trovo nella mia bacheca di Facebook l'ennesimo annuncio: "Mandateci le foto dei vostri bambini!". Non è certo il primo di questo tipo, ma la richiesta di questa mattina mi ha davvero sorpresa. Non era l'ennesimo "Mandateci le foto dei vostri bambini con i fratellini" (e sia...), o "Mandateci le foto dei vostri bambini mentre dormono!" (e passi...), questa volta sono andati oltre, perchè l'annuncio recitava "Mandateci le foto dei vostri bambini mentre fanno il bagnetto!"
Mi pare davvero troppo.

Cristina la pensa come me, e commenta "Sicuri che queste foto non rischino di andare poi in mano a qualche pervertito? Qual e' il vostro livello di sicurezza?". E la redazione prontamente risponde "Le foto vanno sul web come qualsiasi altra foto pubblicata su blog, facebook, siti. Chi vuole può partecipare, chi non vuole non partecipa". Chiaro e conciso.

In effetti la risposta non fa una grinza: nessuno ti obbliga a pubblicare sul web la foto di tuo figlio, tanto più nudo e bagnato. E allora, perchè lo facciamo?


Sul sito in questione, da marzo ad oggi, ci sono ben 200 foto di bambini ritratti a fare il bagnetto. Significa che dall'altra parte dello schermo ci sono 200 famiglie che hanno consapevolmente deciso di caricare su quel sito la foto del loro bambino, ed hanno accettato (altrettanto consapevolmente?) i rischi che ne derivano.


Varie leggi impongono che la popolazione sia avvisata dell'esistenza di situazioni di pericolo. Per questo trovate il cartello "pericolo di morte" sui tralicci della corrente, per questo è stato scritto "il fumo uccide" sui pacchetti di sigarette. Il che non significa che tu non possa di tua spontanea volontà comprarti comunque il pacchetto, significa però che chi te lo mette a disposizione si prende la responsabilità di avvisarti che ti sta offrendo un prodotto pericoloso per la tua incolumità.
Sul web non c'è niente di tutto questo, tranne qualche pagina di alert preview su qualche sito vietato ai minori (ora non mettetevi a chiedermi come lo so, eh...).


Ci vorrebbe quindi un aumento di consapevolezza da entrambe le parti, sia da quella dell'utente che da quella del fornitore di servizi web, che spesso si limitano ad un disclaimer con cui vi fanno accettare una generica autorizzazione scritta a caratteri piccolissimi. 
I genitori devono rendersi conto che il web è un mare magnum di persone, che ci sono anche se non le vediamo. Immaginate di essere allo stadio, immaginate di tirare fuori una foto di vostro figlio e farla vedere al vicino, perfetto sconosciuto. Immaginate che questi la faccia vedere al suo vicino, e lui a quello ancora accanto. Immaginate che la foto venga passata di mano in mano, e che attraversi tutto il pubblico dello stadio, senza che riusciate più ad averne traccia. In quale tasca potrebbe finire quella foto? Chi se l'è infilata in tasca, cosa vuole farne?
Ma questo esempio non è calzante, e sapete perchè? Primo, perchè su internet ci sono moooooolte più persone di quelle che entrano in uno stadio. Secondo, perchè i meccanismi del web sono molto più "efficaci" nel diffondere contenuti che non il passa-mano sopra descritto. In pratica, è come se chiunque avesse avuto modo, in quello stadio, di vedere la foto di vostro figlio, avesse anche potuto farsene una copia per sè, e tenersela. Così la foto ritorna nelle vostre mani (voi la vedete sempre e solo lì, caricata su quel sito, giusto?), ma in realtà potrebbe esserci chi se ne è fatta una copia, e magari un fotomontaggio, e magari se l'è venduta.


E' vero, vostro figlio è sempre lì, accanto a voi, e non gli è successo nulla. Ma siete sicuri anche di non essere rintracciabili? spero che abbiate preso le dovute accortezze anche in questo senso.


Pensando a tutto questo, mi chiedo: ma ne vale proprio la pena? Noi genitori siamo spesso vittime di un innato orgoglio parentale, in base al quale OVVIAMENTE nostro figlio è il più bello di tutti, e vogliamo che tutti (ma proprio TUTTI) lo sappiano mostrando loro la sua foto nientemeno che sul World-Wide-Web (la rete grande quanto il mondo). Ma considerato che questo materno esibizionismo ci manda incontro a così tanti e tali rischi, non è meglio far prevalere l'altrettanto atavico istinto di protezione

E poi, dato che chi guarda la foto all'interno della community penserà sicuramente che il figlio più bello sia il suo, tanto vale risparmiarsi la fatica, no? ;-)


Nota - La foto di apertura è una immagine royalty free di Lea Csontos.

6 commenti:

  1. Condivido pienamente,
    l'accordo con papomarito è stato chiaro sin da subito
    "fai quel che vuoi sul web: scrivi, canta, commenta, balla ma niente foto riconoscibili della papole sul web".

    RispondiElimina
  2. Ben detto...anch'io evito acucratamente di pubblicare foto della mia bimba, anche se l'orgoglio materno mi spingerebbe ad appendere foto tipo manifesti pubblicitari!! ;-)))

    RispondiElimina
  3. Sono d'accordo anch'io, ma ho dovuto cedere alla pressione di parenti oltreoceano e pubblicare un album privato su FB. Pochissime foto, giusto per mostrare il faccino della pupa, e ho scelto io a chi farlo vedere. So che così facendo comunque FB acquisisce i diritti delle foto, ma avrei dovuto barattarli con la pace in famiglia ;-)
    E comunque quella del bagnetto è una richiesta eccessiva, mi stupisce che abbia avuto successo

    RispondiElimina
  4. @BNC _ ma l'ha detto lui a te o te a lui? ;-)

    @MammaViò _ è proprio su quell'orgoglio che giocano i siti che fanno tali richieste. Per loro, avere utenti che passano il tempo a fare il login, caricare le foto, guardarsele e magari invitare parenti e amici ad ammirarle è un modo molto economico di avere traffico sul sito. Più traffico = più sponsor = più guadagno. Tutti i siti funzionano così, ma c'è chi preferisce attirare pubblico con buoni contenuti originali anzichè sfruttare l'esibizionismo delle giovni madri.

    @matrioska _ anche le foto su FB sono un altro problema, ma per lo meno FB ti permette di limitare gli accessi. Così il rischio si distribuisce "solo" tra i parenti selezionati e... tutti quelli che hanno accesso ai server di FB!!!

    RispondiElimina
  5. sono pienamente d'accordo...anzi di piu'...mai messe e mai mettero' foto di mia figlia in questo mondo malato di internet......preferisco che nessuno l'ammiri via internet...se vogliono ammirarla i miei amici sanno dove trovarci......

    RispondiElimina
  6. mai messe foto del soldo di cacio, non si sa mai!!

    RispondiElimina