mercoledì 26 ottobre 2011

La "Healthy Chart" che stimola i bambini a mangiare sano e fare movimento

Ogni tanto navigo su alcuni siti web australiani: si trovano un sacco di cose "fuori stagione" (essendo all'emisfero opposto le stagioni sono invertite rispetto a noi) ma anche per questo sempre un po' in anteprima.

In Australia è primavera, e si ricomincia a sentire il bisogno di stare all'aperto, di gustarsi frutta e verdura fresche, di andar fuori a giocare. E così leggendo alcuni blog d'oltreoceano ho scoperto la Healthy Chart.

Si tratta di una lavagna magnetica dedicata ai bambini, che raffigura una tabella su cui segnare cosa si è mangiato e bevuto durante la giornata, e se si è fatta attività fisica. Nella confezione ci sono poi 96 placchette magnetiche da attaccare, ciascuna rappresentante un cibo o un gioco "fisico" da fare all'aperto.
L'insieme delle placchette descrive lo stile di vita alimentare e l'attività fisica del bambino. La lavagna ha spazio per indicare quante porzioni, nel corso della giornata, il bimbo ha assunto nelle cinque categorie tra pane-pasta-biscotti, verdura, frutta, latticini, carne-pesce-uova. Il bambino poi può indicare quanti bicchieri d'acqua ha bevuto e quanta attività fisica ha svolto.
La tabella riporta poi delle quantità medie a cui fare riferimento, che corrispondono ad un fabbisogno medio del bambino. Non per niente, la Healthy Chart è disponibile in due versioni: per bambini da 4 a 7 anni, e da 8 a 11 anni, in modo da adeguare il fabbisogno medio all'età.



Ogni volta che il bambino assume una porzione di cibo, o beve un bicchier d'acqua, può applicare sulla tabella una placchetta. E' un modo per renderlo partecipe e consapevole delle sue scelte alimentari, ma sicuramente rende più consapevoli anche i genitori e coloro che si occupano della preparazione del cibo in casa.
A fine giornata il genitore può invitare il bambino a ragionare insieme sul cibo assunto e sulla spesa energetica, e fare un bilancio: oggi tre porzioni di pasta e pane, mezz'ora di bicicletta e solo una porzione di verdura... il buon proposito per domani sarà "mangiare più verdura!". E non si tratta di un buon proposito lasciato al vento, perché un'altra tabella settimanale permette di tenerne traccia, tramite le placchette "motivazionali": da quella che dice "Ottimo! bel lavoro!" a quella che invita a "Bere più acqua!".

La scelta delle placchette, poi, invoglia il bambino a usarne sempre di nuove, e quindi a variare il proprio menu, e provare cibi diversi. Devo dire che le placchette riflettono delle abitudini piuttosto anglosassoni e poco mediterranee, basti pensare alle porzioni di sushi (e chi non mangia sushi almeno una volta a settimana?...), al porridge o ai pancakes. Ma basta un piccolo adesivo per sostituire questi cibi non comuni dalle nostre parti con qualcosa di più nostrano (pensate che non c'è la placchetta della pizza! sacrilegio!).

La lavagna poi può essere utilizzata come incentivo per guadagnare un premio: se ottieni un buon risultato durante la settimana, nel weekend possiamo concederci la cioccolata, piuttosto che il cinema o l'alieno di Ben-Ten (sono informatissima...).

Nessun commento:

Posta un commento