martedì 25 ottobre 2011

Gli USA dicono addio al paracolpi nel lettino

Photo by Jessicafm
La settimana scorsa, l'American Academy of Pediatrics (AAP) ha emesso un aggiornamento alle raccomandazioni anti SIDS pubblicate nel 2005, che fanno da linea guida per genitori e professionisti sanitari fin dal 1992.

La SIDS, o morte in culla, è una grave causa di morte nel primo anno di vita dei bambini, e in molti ospedali anche qui in Italia si fa informazione affinchè le pratiche quotidiane di accudimento dei neonati siano preventive nei confronti della SIDS.

Fra queste, l'AAP ha ora inserito l'eliminazione del paracolpi dal lettino a sbarre. Secondo l'AAP non c'è evidenza scientifica che il paracolpi protegga i neonati da incidenti come le contusioni, mentre ci sarebbero moltissimi studi che dimostrano un legame fra la presenza del paracolpi e casi di soffocamento e strangolamento.
L'aggiornamento della scorsa settimana modifica infatti la raccomandazione secondo cui era consigliabile utilizzare paracolpi sottili, traspiranti, come una rete o un tessuto leggero, ben aderenti alle sbarre del lettino: la nuova raccomandazione esclude del tutto l'uso non solo del paracolpi, ma anche del cuscino e di ogni altro imbottito libero, quindi compresi peluche e giocattoli.

Nel complesso, le raccomandazioni per la prevenzione della SIDS emesse dall'American Academy of Pediatrics includono:
  • Posizionare il bambino sulla schiena durante il sonno. Utilizzare sempre una superficie ferma e stabile. Seggiolini e ovetti per auto non sono consigliati per il sonno abituale.
  • Far dormire il neonato nella stessa stanza dei genitori, ma non nello stesso letto (room-sharing
    anzichè co-sleeping).
  • Tenere al di fuori del lettino oggetti soffici e biancheria non fissata allo stesso. Ciò include cuscini, coperte e paracolpi.
  • Non utilizzare posizionatori.
  • Fornire alla futura madre assistenza prenatale.
  • L'allattamento al seno è consigliato.
  • Offrire il ciuccio durante sonno e sonnellini.
  • Evitare di coprire la testa del neonato e di farlo andare incontro a surriscaldamento.
  • Non utilizzare monitor o altri apparecchi commercializzati come coadiuvanti alla prevenzione della SIDS.
  • Sottoporre i neonati a tutte le vaccinazioni raccomandate.
  • Far trascorrere al neonato una adeguata quantità di tempo "a pancia in giù" sotto la supervisione di un adulto, in modo da stimolarne lo sviluppo e diminuire le possibilità di plagiocefalia da posizione (c.d. testa piatta)
Interessante la questione della biancheria da letto. In questo senso, l'Australian Competition and Consumer Commission (agenzia governativa australiana per la difesa dei consumatori) ha emesso una serie di linee guida per la sicurezza dei bambini, che raccomandano l'uso dei sacchi nanna al posto delle coperte, a condizione che la misura sia adeguata alle dimensioni del bambino. In particolare, i fori per collo e braccia non devono essere troppo larghi, ma devono "vestire" il bimbo come una t-shirt della giusta misura.

4 commenti:

  1. Eh, ma Tracy Hogg lo diceva da un sacco di tempo ;-)

    RispondiElimina
  2. Un po' angosciante, riflette il principio base che qualunque cosa fai come genitore sbagli. Però annoto mentalmente i suggerimenti, non si sa mai :-)
    Off topic: ti ho citato nel mio blog, spero non ti dispiaccia

    RispondiElimina
  3. @MammaVì: Tracy Hogg andrebbe studiata a scuola al posto dei promessi sposi!!

    @matrioska: ho visto il tuo post, grazie per la citazione, sono felice di esserti stata utile!

    RispondiElimina
  4. Ho trovato online dei paracolpi verticali prodotti da Gomamago, sembrano la soluzione ideale a tutti i problemi. Tra l'altro sul loro sito confermano di avere ricevuto l'approvazione dei Medici Pediatri negli USA.

    RispondiElimina