giovedì 28 luglio 2011

State per uscire? Mettete un braccialetto (al vostro bambino)

Nei 10 giorni che ho passato al mare ho sentito almeno due annunci al giorno di bambini scomparsi e/o ritrovati da estranei che li hanno (fortunatamente) portati all'ingresso dello stabilimento balneare a fare l'annuncio del loro ritrovamento al megafono.
"DLIN DLON ... La piccola Sofia di 4 anni aspetta la mamma al bar del bagno 51...", così come fosse annunciato l'happy hour. E invece dietro a quell'annuncio ci devono essere state, ogni volta, delle paure terribili, da parte dei bambini ma soprattutto dei genitori che li avevano persi. E chiunque abbia un pargolo in età da corsa, sa bene quanto poco ci vuole a farselo scappare da sotto gli occhi.

Un aiuto possono darcelo i braccialetti di sicurezza per bambini, dove indicare il numero telefonico da chiamare nel caso il bambino si perda, la lingua parlata dal bambino se andate all'estero, o altri dati importanti in caso di emergenza sanitaria.

Su un sito affiliato potete trovare il bracciale Infoband di Damblè. Ha due righe di spazio per poter scrivere nome e numero di telefono. Si chiude in base alla misura del polso del bambino, e per riaprirlo servono due mani, così non si rischia che il bimbo possa toglierselo. E' impermeabile e anti-strappo, ed è scrivibile con una normale penna a sfera. Il suo maggior vantaggio è che è riutilizzabile, così potete toglierlo e rimetterlo all'occorrenza.




Colorato e in confezione da tre lo trovate anche su un altro online shop, risparmiando qualche euro. E' della stessa marca, ma più vivace nel design e in versione "scorta famiglia".
Il bracciale è alto 2,2cm x 19cm in lunghezza, la circonferenza è regolabile tramite la clip. Il materiale con cui è fatto è poliuretano termoplastico, mentre la clip è in polipropilene.  




Sappiate comunque che ci sono moltissime aziende che producono braccialetti identificativi in Tyvek (carta plastificata) , o in vinile (ovvero in pvc, più resistenti), e acquistati con un minimo anche di soli 10 pezzi. Possono essere personalizzati con i vostri dati o scritti da voi con un pennarello indelebile. Sono monouso, nel senso che per toglierli devono essere tagliati (ne sa qualcosa chi è stato "marchiato" col braccialetto all'interno di un villaggio vacanze). Con pochi euro potete metterne da parte un po', ed utilizzarli in modalità "spot", solo le volte che vi servono.

Il braccialetto non eviterà che vostro figlio si perda, ma può aiutare a rintracciare voi più velocemente.

L'immagine di apertura è tratta dal sito Mabel's Labels

4 commenti:

  1. utilissimo! Questa me la devo scrivere! :D

    RispondiElimina
  2. l'anno scoso io gli avevo preso un braccialettino di gomma e gli avevo scritto nome e numero di telefono...questi sarebbero molto più comodi1

    RispondiElimina
  3. ovviamente è percorribile anche la soluzione fai da te. Sarà che quando qualcuno si è sforzato di trovare una soluzione al posto mio, preferisco sfruttare lo sforzo altrui... :-p

    RispondiElimina
  4. Io scrivo direttamente il numero di telefono su un braccio ;)
    certo, i bracciali sono più cool

    (ho linkato il tuo articolo ad un mio post di domani ;)

    RispondiElimina