lunedì 18 luglio 2011

Sette paia di scarpe, e siamo solo a metà Luglio...

Aprovadimamma deve decisamente darsi una calmata! Da primavera a questa parte, la collezione di scarpe della pupattola inizia a voler far concorrenza a quella della figlia di Tom Cruise, Suri, che annovera un guardaroba da 170.000 euro solo di scarpe.

Tutto ebbe inizio con l'arrivo di una timida primavera, che però richiedeva decisamente di alleggerire la Pupattola, a cui fa caldo anche solo a pensare che faccia caldo. Così partimmo col primo paio di scarpe chiuse, con il cinturino a strappo. In pelle bianca, manco a dirlo sono durate pochissimo, nel senso che all'epoca la Pupattola ancora gattonava, e quindi sono diventate grigio topo nel giro di un paio di giorni. In compenso le ha portate per tutta la primavera.

Nel frattempo, non solo è arrivato il caldo, ma la Pupattola ha iniziato a camminare. E Aprovadimamma ha cominciato ad allarmarsi: "Ci vogliono i sandali! Liberate i piedi di questa povera creatura!" manco fosse soffiato il ghibli dal sahara. E così siamo passati ad un paio di sandalini in pelle, anche quelli belli chiari, rosa e argento. Sempre quelli, tutti i giorni, per due mesi. Siamo andati al mare con i sandali che cadevano a pezzi, e di un colore a metà tra il "cemento muffito" e il "tana di pettirosso" (che comunque sono molti di moda...coff, coff...).

Nel frattempo siamo andate al mare, appunto, e mica vorrai andare in spiaggia con i sandali in pelle? Così Aprovadimamma ha cominciato ad allarmarsi di nuovo "Uhssignur! ci vogliono i sandali in gomma! presto! allarmi!" ed è andata a comprare i sandali alla Pupattola SENZA la Pupattola, per far prima (dice lei). Ha comprato un paio di sandalini bianchi (di nuovo!) in gomma, che erano tanto, troppo carini, anche se le sembravano un po' piccoli, e la taglia sopra non c'era. Ma erano troppo carini.
Per andare sul sicuro, dato che costavano il giusto, ha anche preso un paio di sandalini chiusi DeFonseca, rossi come piacciono alla Pupattola. Non era convinta, ma li ha presi lo stesso.
Torna a casa, e indovinate un po'? Non andavano bene nè gli uni nè gli altri. Furba come una faina a colazione, queste scarpe le aveva comprate ad un negozio di un'altra città mentre era in trasferta, così non ha neanche potuto cambiarle.


 Chiaramente delle ciabattine comprate per la piscina non se ne parlava neanche: ormai erano di due numeri più piccole. Per cui, anche quelle nel dimenticatoio.

Al mercatino della spiaggia Aprovadimamma-faina individua un paio di simil-Crocs a poco prezzo. Ovviamente MammaVì l'aveva avvertita che c'era il barbatrucco, ma lei no, lei era convinta che "se ce l'hanno tutti ai piedi, vorrà pur dire che son comode!". E così le prende, anche questa volta senza farle provare alla Pupattola, che se no ci vuol troppo tempo, e Aprovadibabbo scalpita. Manco a dirlo, alla seconda volta che gliele infilo la Pupattola inizia a dire "No no no!". Rimesse in valigia e riportate a casa.


Ora Aprovadimamma avrebbe visto che sono uscite le nuove Crocs Chameleon, che cambiano colore alla luce del sole e ci sono anche in versione sandalino aerato. E deve assolutamente convincersi che NON le servono.


Dopo una settimana ci raggiunge Aprovadinonna. Che, non vogliamo fare un regalino alla nipotina amore-de-nonna-sua? Però un regalino utile, mica una cosa qualsiasi, che so? un paio di scarpe! Eh sì, un bel paio di sandalini nuovi, e via quei cosi grigio "terriccio al sole" che ormai sono vecchi. Prediamo questi, tipo-Birkenstok (l'Aprovadifamiglia va spesso sulle imitazioni, purtroppo). La Pupattola gradisce, ma inizia una luuuuuunga serie di rovinose cadute, bernoccoli vari e pianti di dolore. All'ennesimo sfracellamento sul marciapiede di casa, con tanto di boccata e messa in pericolo dei pochi denti all'attivo, Aprovadibabbo-dentista accetta di buon grado di andare a comprare un altro paio di scarpe.

Così, questa mattina, il giovane padre con Pupattola - stavolta - rigorosamente a presso, si è recato al negozio di scarpe e ha preso quello che tutta la famiglia (nonchè il rispettivo conto in banca) si augura sia l'ultimo paio di scarpe della stagione: un paio di Timberland chiuse ed aerate, scure, ma scure scure, color muflone della patagonia.


Fusse che fusse la volta bbona.


L'immagine di apertura è tratta dal sito DeFonseca.it

4 commenti:

  1. AprovaDiMamma ho riso a crepapelle leggendo la tua disavventura!!!
    Penso che sia un problema comune, infatti anche io non faccio altro che comprare scarpine.
    La mia piccola polpetta ha la monta alta ma il piedino minuscolo (n.20 a 18 mesi, cresciuto da poco) e questo e' stato il principale motivo che mi ha spinto ha comprare continuamente scarpine nuove (che dopo due giorni diventano grigio topo ammuffito).

    RispondiElimina
  2. ma diciamoci la verità, ma come si fa a resistere??? e poi c'è l'alibi del piedino che cresce in fretta...meglio di così :-)

    RispondiElimina
  3. @ammammuzza: :-D e comunque, cos'è la "monta alta"? son rimasta indietro...
    @BNC: meno male c'è chi mi capisce...

    RispondiElimina
  4. hahahahaha....tutto il mondo è paese!!!! noi trascorriamo l'estate con: 1) birkenstok 2) crocks 3) timberland ....la cosa buona è che al pupo vanno bene tutte :D a parte qualche bizza con le birky's perchè non avendo lo strapppp non riesce a toglierle da solo ;P

    RispondiElimina