lunedì 6 giugno 2011

La rivincita del cucchiaino Chicco

Tutti hanno diritto ad una seconda possibilità, e il cucchiaino Chicco del set Easy Meal 18m+ ieri sera si è meritato la sua rivincita.

Un paio di mesi fa avevo pubblicato il post "La sfida dei cucchiaini" in cui avevo messo alla prova quattro diversi cucchiaini da me utilizzati durante lo svezzamento della Pupattola. Tra questi c'era il cucchiaino in questione. A suo vantaggio stava il design: il manico era decisamente ben afferrabile dalle mani del bambino, e soprattutto riusciva a portare alla bocca della Pupattola una quantità di cibo decente, paragonato alle tre gocce di pappa che riescono a sollevare i cucchiai "da svezzamento" a manico lungo.
D'altra parte era in acciaio, e le gengive ancora piuttosto edentule della bambina non apprezzavano.

Ma l'errore (come sempre, sgrunt...) era stato mio. Utilizzare degli oggetti pensati per bambini più grandi con bambini più piccoli non può che rivelarsi un'idea malsana.
Ieri sera invece, all'età di 20 mesi, la Pupattola ha affrontato la sua prima ciotola di minestra liquidosa in totale autonomia, proprio grazie al cucchiaino Chicco.



All'inizio le avevo proposto il cucchiaino in plastica del set pappa di BabyBjorn (ne trovate la recensione qui). All'epoca della recensione di questo set, il cucchiaio lo gestivo ancora molto io, per darle da mangiare. Pensavo che si sarebbe rivelato un buon alleato quando la Pupattola fosse stata più autonoma, e invece dopo diversi tentativi, la minestra andava via a pochi sorsi alla volta. Il problema era che questo cucchiaio è troppo largo: le manovre per riuscire a farlo entrare in bocca provocano il rovesciamento della minestra.

Allora ho riesumato il cucchiaio in metallo Easy Meal: ormai abbiamo 20 denti all'attivo, quindi l'acciaio non ci spaventa più. E infatti la sua forma è decisamente migliore: riesce a raccogliere bene i liquidi, ed entra abbastanza facilmente in bocca. Il manico, come ho già detto, è facile da impugnare, e così la minestra è stata fatta fuori fino all'ultima goccia.

Che sia stata fame?

5 commenti:

  1. sono belli entrambi io mi sono trovata male con quello in palstica infatt ho abolito e ho optato per quelli tipo chicco ma imiei non hanno il manico curvo come m sembra di notar dalla foto..
    ed è una cosa furba e comoda per i bimbi

    RispondiElimina
  2. io con papolagrande ho comprato cucchiaini di ogni tipo, con papolapiccola li riutilizzo ma spesso uso il cucchiaino da caffè :-)

    RispondiElimina
  3. Non è mia intenzione essere polemica, spero di non risultarlo, ma leggendo questo post mi sorge spontanea la domanda: "Ma solo mia figlia mangia tranquillamente con i normalissimi cucchiaini di metallo da quando aveva sei mesi?".

    RispondiElimina
  4. @vany: sono leggermente curvi, appena appena
    @bnc: ne servono sempre tantissimi, vero?
    @anonimo: no, credo che siano in molti a "fare con quel che si ha". Ma se si decide di concedersi altro, è bello anche avere qualche consiglio, no?

    RispondiElimina
  5. Certo, avere qualche consiglio è bello e non per niente sono passata a visitare questo blog :D
    Però un'affermazione come: "Utilizzare degli oggetti pensati per bambini più grandi con bambini più piccoli non può che rivelarsi un'idea malsana." suona più come una prescrizione che come un consiglio, e trovo anche che non sia sempre vera :)

    RispondiElimina