mercoledì 25 maggio 2011

Laessig Messenger: la borsa per il cambio che mi fa sentire al College

In questi giorni mi sono un po' fissata con le borse: prima la recensione della Shoulder Bag, poi il non-concorso fotografico (ah, ricordatevi di andare a dare un'occhiata alle tre foto finaliste), e adesso una nuova video-recensione della Laessig Messenger Bag.

Questa borsa mi piace tantissimo, talmente tanto che l'ho adottata come borsa cambio ufficiale della Pupattola. Ha tutto quello che desidero da una borsa per il cambio, tranne una cosa:

  • ha la tracolla larghissima, che non irrita la spalla anche quando la borsa è pesante
  • la tracolla è regolabile in infinite posizioni grazie ad una clip a scorrimento (tra l'altro molto trendy!)
  • è coloratissima, ma non urla "Bambino!" 
  • ha moltissime tasche a rete che permettono di vedere il contenuto
  • ha scomparti modulabili in base alle esigenze di contenimento: una parte delle tasche infatti è removibile
  • ha piccole tasche a portata di mano per gli oggetti da trovare sempre e subito (leggasi ciuccio)
  • ha una tasca foderata in materiale impermeabile ed antibatterico, perfetta per bavaglini sporchi, pannolini lavabili, ecc
  • ha due zip esterne, che non fanno mai male
  • è bella, ma proprio bella, e se la vuoi diversa basta cambiare la patta (ce ne sono più di 90 varianti disponibili! dico, 90!) e mi fa sentire tanto collegiale :)
  • argh, non è molto larga :( di certo sarebbe difficile farci stare uno scaldabiberon (ho tristi ricordi di quando dovevo portarmelo dietro ovunque andassi). Oggi non lo uso più, e quindi non sento la mancanza dello spazio extra, ma non mi sarebbe dispiaciuto avere qualche cm in più per piazzare in orizzontalequalche contenitore di pappe, yogurt o roba varia.

Beh, comunque i pro battono i contro 9 a 1, direi che è promossa, voi che ne dite?



Si ringrazia Container srl per la fornitura del materiale. 

1 commento:

  1. ciao grazie per la dimostrazione, potresti indicare dove è possibile acquistare questa borsa. Ho cercato su internet ma trovo solo siti che non spediscono in Italia. Grazie.

    RispondiElimina