martedì 17 maggio 2011

Un bagno di vapore per il biberon: Mebby Rapido Casa & Auto

Questo è stato uno dei miei primi acquisti per la Pupattola, uno dei tanti effettuati nella più assoluta e completa ignoranza di come si allatti - nutra - cambi - pulisca - gestisca un bambino. Però devo dire che questa volta ho fatto centro: ho trovato la cosa giusta al primo colpo!

Lo scaldabiberon Mebby Rapido Casa & Auto è estremamente pratico. Il riscaldamento del biberon avviene per bagno di vapore: non è un bagno-maria, in cui si immerge il biberon nell'acqua calda, bensì si versa una piccola quantità di acqua su una piastra riscaldata, l'acqua passa velocemente a vapore e scalda il contenuto del latte. Il biberon non entra a contatto con la piastra. Questo meccanismo rende l'operazione di riscaldamento molto più rapida del bagno-maria: bastano dai 3 ai 5 minuti per un biberon pieno.
Lo scaldabiberon è dotato di una fessura che alloggia un misurino graduato, dove mettere l'acqua da versare sulla piastra. La quantità d'acqua da versare dipende dalla temperatura iniziale del latte (se a temperatura ambiente o da frigorifero) e dalla quantità di latte/acqua da scaldare contenuta nel biberon. Per sapere quanta acqua inserire nel misurino è presente una tabella adesiva, già applicata al corpo dello scaldabiberon, così è sempre in vista e a portata di mano per chiunque lo utilizzi.
Tramite un tasto si accende la piastra, che inizia a scaldare l'acqua. Il tasto si illumina per segnalare che lo scaldabiberon sta funzionando. Quando la piastra ha vaporizzato tutta l'acqua, lo scaldabiberon emette un beep di segnalazione. 

Una piccola difficoltà che ho incontrato è che il sistema è molto sensibile: bastano anche poche gocce in più o in meno nella quantità d'acqua sulla piastra, o che si lasci il biberon nell'apparecchio anche oltre il beep, che la temperatura del latte da scaldare può variare notevolmente rispetto a quanto atteso. Il misurino infatti è molto stretto, proprio per poterlo dosare con la maggior accuratezza possibile.
Il mio sistema consisteva nel mettere magari un po' meno acqua di quella indicata sulla tabella, assaggiare il latte e lasciare eventualmente il biberon qualche secondo in più anche dopo il beep: questo perchè era più facile (e rapido) lasciar scaldare ancora un po' il biberon con i residui di vapore che non doverlo raffreddare sotto il getto del rubinetto. L'urlo di un neonato affamato è da evitare a tutti i costi!

Un plus di questo modello è poi la dotazione dell'adattatore per l'accendisigari dell'auto, che lo rende facilmente utilizzabile durante i viaggi in macchina. Inoltre nella confezione è presente anche un riduttore per i vasetti di omogeneizzati.

Un aspetto negativo è che è piuttosto ingombrante e pesante: portarselo in borsa appesantisce notevolmente qualunque viaggio, anche se solo a casa della vicina. In compenso è molto capiente: risce ad accogliere perfattamente sia i biberon cilindrici che quelli più ampi, tipo Nuby o TommeeTippee.

Nessun commento:

Posta un commento