martedì 12 aprile 2011

Le pedane per passeggino (una promessa è debito)


Avevamo promesso a BNC, una nostra lettrice, che avremmo indagato sulle pedane per passeggino. BNC ha una bimba di 2 anni e mezzo da portare a spasso con il fratellino (o sorellina?), e si domanda se la cosa vale la candela, se è pratica o se è più che altro l'ennesima zavorra da portarsi dietro.

Purtroppo la stragrande maggioranza delle aziende specializzate nei passeggini sono anche specializzate nel fare tutto in modo esclusivo. Vale a dire che ogni modello di passeggino è sì super-accessoriato, solo che ogni singolo accessorio è fatto giusto giusto per quel passeggino, e non c'è intercambiabilità con altri passeggini di marche diverse, e a volte neanche con passeggini della stessa marca ma di diverso modello. Per fortuna esistono anche dei modelli semi-universali (adattabili cioè ad una "lista" di passeggini, da consultare prima dell'acquisto per verificare la compatibilità con il nostro passeggino) e universali (anche se proprio "universali" non lo sono mai del tutto).



I vantaggi della pedana stanno soprattutto nel poter tenere vicino il bambino grande quando si attraversa la strada, quando è stanco di camminare, quando c'è da raggiungere velocemente un posto senza dover aspettare i tempi fanciulleschi ("Ooooh, sassolino...." e ci schiacci mezz'ora). E soprattutto di non doversi portare dietro un gemellare, molto costoso, molto ingombrante (anche in macchina!) e molto pesante.
Anche gli svantaggi però sono in agguato.

  • il passeggino diventa più pesante, e ci vuole il doppio della forza e della fatica per spingerlo (le salite sono da paura!)
  • in molti modelli non si può più reclinare il sedile del passeggino per il fratellino piccolo; in altri non si può utilizzarla con la navicella, ma solo con ovetto o sedile; in altri ancora, con il manico unico, il fratellino grande non riesce a stare in piedi
  • diminuisce notevolmente lo spazio per la camminata dato che il fartellino grande si interpone fra noi e il passeggino, le braccia quindi devono stare completamente distese, e i piedi rischiano di sbattere sulla pedana; se si è piccoli di statura può essere un problema
  • spesso queste pedane non sono ammortizzate e rispondono male a sassi e buche, anche minime, aumentando la fatica di manovra. 
  • devono essere ben disegnate, perchè se non hanno vie di scolo per l'acqua, quando piove diventano un laghetto; se non sono ampie i bambini rischiano il tracollo ad ogni passo, specie se ancora piccoli.


Bisogna poi considerare bene la differenza di età tra i fratelli. Se è superiore ai 2 anni e mezzo/tre anni, forse davvero non ne vale la pena. Una possibile alternativa può essere piuttosto portare il neonato in fascia/mei tai, e il grande nel passeggino ultralight, almeno finchè il grande non diventa davvero più autonomo nel camminare, e nel passeggino ci passa il piccolo.

Nei prossimi giorni faremo una ricognizione dei modelli in commercio, continuate a seguirci (e ovviamente le vostre esperienze dirette sono le benvenute!).

6 commenti:

  1. ecco vedo che stai confermando tutti i miei dubbi, le mie papole hanno 23 mesi di differenza e papolagrande ha due anni e mezzo. Fino ad ora ce la siamo cavata con papolapiccola nel marsupio e papolagrande nel passeggino ma ora il peso di papolapiccola diventa impegnativo e se il tragitto è lungo la schiena grida pietà. Allora abbiamo provato con papolapiccola nel passeggino e papola grande a piedi ma ho sempre l'incubo che mi sgusci via ma soprattutto la velocità di crociera è degna di Cid il bradipo. L'idea del gemellare l'ho accantonata anche se a NY ho visto tanti passeggini con un trespolo sotto la seduta grande che costringe il grande a star seduto quasi a terra ma almeno non devi portarti dietro una portaerei, una cosa tipo questa http://philandteds.com/ ma non costa poco e sarebbe il terzo passeggino di casa. Tornando alla pedana la cosa che più mi preoccupa è il peso che mi tocca spingere pur essendo sbilanciata visto che le mie braccia e le mie gambe non proprio da spilungona!
    Eppure in giro ne ho viste tante, forza mamma dateci il vostro contributo e convincetemi o dissuadetemi dall'acquisto

    RispondiElimina
  2. secondo me dipende anche molto da che tipo di strada fai abitualmente: se prevedi molti scalini, marciapiedi, ecc, la pedana diventa difficile da usare. Del resto il terzo passeggino sarebbe sicuramente molto costoso, e quindi devi essere disposta a fare l'investimento (anche se, secondo me, i soldi investiti in un buon passeggino sono i migliori, e ti ripagano di tanti accidenti che manderesti se ti trovassi così male con la pedana da rinunciare ad uscire del tutto).
    Hai mai visto questo? http://www.babyjogger.com/city_select_lp.aspx io lo adoro, ma siamo sui 600€!

    RispondiElimina
  3. il passeggino che hai linkato è veramente bello ma forse comprare un passeggino "serio" exnovo a questo punto non ne vale la pena, ne abbiamo fin troppi e soprattutto non so fino a quando papolagrande avrà voglia di andare in giro in passeggino. Alla fine proverò la pedana, il negoziante mi ha detto che quella della bebè comfort è compatibile sia con il maclaren sia con l'inglesina zippy, i dubbi sollevati anche da te rimangono ma al massimo avrò buttato un importo non disdicevole e mi rassegnerò al ritmo da bradipo di papolagrande, soprattutto considerando che tra un pò mi tocca tornare a lavoro e saranno poche (aihme) le volte in cui potrò portarle in giro da sola. Se hai feedback sulla pedana bebecomfort sono tutta orecchie! :-)

    RispondiElimina
  4. Ho contattato l'azienda che la produce, spero sia disponibile a metterla "alla prova"!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve, ho letto sul sito bebè confort che no hanno una pedana loro. Potrebbe indicarmi per favore chi ha contattato in merito?! Grazie e saluti.

      Elimina
  5. è comodissima io la uso il mio chris ha 4 anni e mezzo e gli piae un sacco starci su xè nel mentre gioca con la sorella solo che la mia nn è di questa marca

    RispondiElimina