giovedì 28 aprile 2011

La cameretta intelligente

Foto BHG.com

Nella nuova casa di Aprovadimamma, la Pupattola avrà finalmente una cameretta tutta sua. E ce ne sarà anche un'altra per Nonsisamai.

Quando ero incinta e pensavo a come avrei voluto una cameretta per la Pupattola, mi immaginavo qualcosa di molto colorato, magari in toni pastello, con un bel mobile fasciatoio - anzi no, il fasciatoio me lo risparmio, metto direttamente il materassino sul comò - , e tanti animaletti di stoffa. E poi di certo non avrei mai comprato una di quelle assurde sedie a dondolo che fanno tanto film americano.

S-B-A-G-L-I-A-T-O

Alla nascita della Pupattola mi sono subito resa conto che la cameretta in realtà non serviva a lei ma serviva A ME, e che il fasciatoio è bene che stia in bagno.
Ma andiamo con ordine.



La cameretta di un bambino deve sapersi adattare a due fasi ben distinte: quella dell'allattamento, nei primi mesi, e quella della nanna-tutta-la-notte poi (e volendo, successivamente, diventare anche la stanza dei giochi). Questo significa che la nursery deve innanzitutto essere pensata per far star comode/i VOI che dovete alzarvi la notte per allattare, seno o biberon che sia, ed essere sufficientemente  flessibile per adattarsi al fatto che nel giro di poco più di un anno dovrà trasformarsi dalla cameretta di un neonato a quella di un bambino.

 La postazione Mamma-&-Me.  Quella bella immagine della sedia a dondolo in fondo non era poi così malsana: una buona sedia vi permetterà di stare comode nelle lunghe traversate notturne all'insegna del latte (a meno che non cediate ad allattare a letto, ma vedrete che vi capiterà comunque di concedervi un comodo abbraccio da sedute). La sedia deve permettervi di stare con la schiena diritta, e di sollevare leggermente le ginocchia rispetto ai fianchi, magari tramite un panchetto, appoggiandole comodamente.
Inoltre è fondamentale che vi permetta di appoggiare i gomiti: sarà un grande aiuto nel sorreggere la testa del bambino.

Impagabile poi un tavolino dove appoggiare fazzoletti, bavaglini, telefoni da spengere prima che suonino quando il pupo si è appena addormentato, bicchieri d'acqua per voi (anzi bottiglie, fiaschi, ettolitri d'acqua), biberon e ciucci per lui/lei, ed una delicatissima lampada - da scegliere assolutamente tra quelle ad hoc per la notte.

 Il fasciatoio.  Ancora mi domando perchè continuino a fare i mobili fasciatoio da cameretta. Giuro che con tutto il bene del mondo non riesco a capacitarmi di come si possa pensare di cambiare un bambino sempre e soltanto in camera, lontano da una fonte di acqua corrente. Tra le pipì che volano fuori dal pannolino mentre li cambi, i rigurgiti, le cacche di colori e consistenze improponibili, i pannolini sporchi da buttare, le mani da lavare, gli occhi da medicare, la soluzione nasale da iniettare... per non parlare di quelli con la vaschetta per il bagnetto incorporata... come si fa a non mettere un fasciatoio in bagno? Mah...
Comunque, non illudetevi come  me di poterne fare a meno in assoluto: il fasciatoio della giusta altezza vi salverà la schiena, perchè ci passerete molto più tempo di quanto possiate immaginare, specialmente nei primi 3-4 mesi. Sceglietelo alto a sufficienza affinché arrivi sopra ai vostri fianchi.
Io poi non avrei mai saputo rinunciare alla stufetta elettrica accesa durante le operazioni cambio. La Pupattola è nata in inverno, e d'inverno, la notte alle 3, fa freddo.
Infine, inutile dire che deve essere posizionato in modo da avere tutto il necessario per il cambio a disposizione, quindi o è fornito di cassetti e/o tasche, o è collocato vicino a qualcosa che i cassetti e le tasche già ce li ha.

Foto BHG.com


 Il lettino.  Se optate per un letto con le sbarre, accertatevi che l'altezza del piano sia regolabile. Anche molti modelli semplici, detti "da campeggio", oggi offrono questa possibilità. Inoltre, se ha le sbarre di legno, scegliete un modello in cui almeno un fianco sia completamente ribaltabile o removibile, per facilitare le operazioni di cambio della biancheria, ma con i dovuti sistemi di sicurezza per il bambino. Se il fianco è scorrevole, fate diverse prove per verificare se è rumoroso, specialmente quando si aggancia in posizione - e fregatevene di quello che dice la commessa, provate e riprovate da soli - perchè un fianco di lettino che scorre e si blocca rumorosamente e sveglia il bambino appena coricato mandando all'aria tutto il vostro lavoro di addormentamento, può minacciare la vostra salute mentale.

 L'armadio. Certo, sono carini, tutti coordinati, uguali al fasciatoio, in tinta con il tappeto. Già... peccato che negli armadietti per le camerette non ci entra NULLA. Chiaramente questa è soprattutto una scelta di stile, e quindi molto personale, ma il mio consiglio spassionato è quello di investire in un armadio VERO, fosse solo per i continui cambi di taglia dei bebè, che includono abiti, biancheria intima, giacche e scarpine.

4 commenti:

  1. Concordo in pieno...con un piccolo appena arrivato è fondamentale la comodità!! Per la decorazione noi abbiamo usato pittura magnetica e adesso può appendere disegni e foto senz abucare il muro!! http://mammavio.blogspot.com/2010/12/decorazione-cameretta.html

    RispondiElimina
  2. Post preziosissimo e devo dire che senza volerlo (possibile che io sia così furba??) ho seguito quasi tutti i dettami. Nota dolente: il famigerato fasciatoio che in bagno non mi sta! Ma non ha la vaschetta, che ho preso a parte e che starà SEMPRE in bagno. Per fortuna suddetto bagno è attaccato alla cameretta della nascitura...Speriamo bene!

    RispondiElimina
  3. @MammaViò: che spettacolo! l'idea è fortissima, però mi fa un po' effetto vivere dentro una grande calamita... ora che sono diversi mesi che ce l'hai come ti trovi?
    @ElizabethB: sarà l'istinto!! ma non ti entra neanche un fasciatoio a muro tipo ikea?

    RispondiElimina
  4. concordo sul fasciatoio da tenere in bagno!!io sono stata fortunata perchè ho potuto metterlo comodamente in lavanderia di fianco ad un bel lavello grande!
    sono d'accordo anche sull'armadio abbinato in realtà inutile: meglio tenere i soldini per investirli poi in un secondo tempo in una cameretta meno "romantica" e più funzionale!

    RispondiElimina