giovedì 31 marzo 2011

Qui calchiamo la mano. E la pancia.

Un bel calco della pancia.
Ah, non vedevo l'ora.
Santo cielo, come abbiamo fatto fino ad oggi a vivere senza?

Mi torna in mente quello spezzone del film "L'età dell'innocenza" dove May consacra la propria appartenenza alle convenzioni della società facendosi fare il calco delle mani.

Ma santo cielo, quante assurdità ancora vogliamo proporre a queste donne incinte? ma le aziende sono davvero così convinte che siccome siamo incinte abbiamo anche perso il senno e il senso della realtà?
Ok, sono la prima a confessare (l'ho fatto in un altro post) di essere gadget dipendente, e soprattutto baby-gadget dipendente. Ma il motivo per cui sono attratta dal gadget è che risponde ad una seppur minima, infinitesimale, nanosomica necessità con una idea brillante e simpatica. Il bello del gadget è che mi fa ridere, allieta la mia giornata (o anche solo quei 5 minuti) in modo funzionale, utile, intelligente, anche se non strettamente necessario.



Cosa c'è di utile nel calco di una pancia, mi chiedo io? Intendiamoci, ognuno è libero di far quello che vuole, e se il calco del vostro pancione vi fa ridere ed allieta la vostra, di giornate, non sarò io a giudicarvi ne' a deridervi. Non mi stupirei se, ad esempio, arruolaste una squadra di marmisti e scalpellini per farvi fare la scultura in marmo della vostra figura panciuta, per poi mostrarla con orgoglio sul pavé del giardino.
Quello che mi lascia perplessa è questa disponibilità sullo scaffale, questa offerta alla massa. Perchè diciamocelo sinceramente: di quante cose potremmo tranquillamente fare a meno? di quasi tutto. Pensate che non potreste fare a meno di un set pappa di design? di un cucchiaino ergonomico? di un contenitore per pannolini usati? di una sdraietta? di un box? certo che potreste farne a meno! persino dei pannolini si potrebbe fare a meno! il fatto è che sono comodi, ci piacciono, rispondono a certe esigenze e forniscono certe comodità.
Ma soprattutto, quante volte ci è venuto in mente che quella certa cosa "mi serve! la voglio!" solo quando la abbiamo vista? perchè se nessuno mi avesse mai fatto vedere una sdraietta, vi giuro che non mi sarebbe mai e poi mai venuto in mente di averne una.

Ecco, offrire il calco della pancia in kit pronto all'uso mi fa questa impressione: quella di indurre un potenziale consumatore, mentre si trova in uno stato di particolarmente sensibilità, al consumo.
E mi torna in mente la definizione di marketing ai tempi della scuola: "Una volta, se riuscivi ad appioppare qualcosa a qualcuno, si diceva che avevi acchiappato un pollo. Oggi si dice che hai fatto marketing su un target".

3 commenti:

  1. nuuuu...ma chi le inventa ste cose??

    RispondiElimina
  2. il tuo blog è cosi bello! davvero un idea carinissima! mi sono appena iscritta, io ho un blog che parla di bellezza, ti andrebbe di passare? baci!

    http://thatredpassion.blogspot.com/

    RispondiElimina
  3. @cri: me lo sono proprio chiesta anch'io.
    @LaGiada: passo di sicuro, ne avrei tanto bisogno (di un po' di bellezza). Ecco, magari invece del calco, un bel lifting... ;-)

    RispondiElimina