giovedì 10 febbraio 2011

StayPut: quel che ci piace e quello che... no.

Le stoviglie StayPut sono proposte come soluzione definitva a piattini volanti come navicelle spaziali e a missili intergalattici sotto forma di cucchiaini. Peccato che si tratti un po' dell'equivalente del bazooka per schiacciare una mosca.

Il set StayPut comprende forchettina, cucchiaino e ciotola. Devo ammettere che la ciotola ha un ottimo design: molto capiente, con un discreto bordo, facilmente lavabile, ed effettivamente una buona ventosa. Quindi ben venga il ciotolone ventosone.

Un altro paio di maniche per le forchette e i cucchiai. Anche se l'immagine del bimbo vorace con la forchetta in bocca (vuota) davanti ad una ciotola (vuota) fa immaginare una presa salda ed efficace anche per i più giovani mangiatori di pappe solide, la realtà è un po' diversa. Ci vuole un bel po' di impegno per convincere il cucchiaio ad avvicinarsi alla bocca, ed anche la forchetta non può certo essere definita una "facile". Sembra quasi che ci sia qualcuno sotto il tavolo che te la trattiene e che non vuol farti mangiare. Uuuhhh, che brutta sensazione! specie quando c'hai 'na fame...
In particolare la faccenda si fa particolarmente diabolica quando si ha a che fare col cucchiaio, che per poter sollevare il cibo deve essere tenuto - lo sanno anche i bambini! - in posizione piuttosto orizzontale. E zac! ecco quella malefica mollettona che si rifiuta di farti mangiare il tanto desiderato (si fa per dire) brodino di pollo, e tira il cucchiaio verso il basso costringendolo ad un tuffo a candela sul piano del tavolo.
Insomma, va bene cercare di non far sporcare i bambini, ma non farli mangiare mi sembra un rimedio un po' drastico!

1 commento: