venerdì 11 febbraio 2011

Fuori tema: un casting per neo-mamme

Mi permetto di inserire un post che va un po' fuori tema (un po' tanto in effetti... :-p ) con A Prova di Mamma, ma ho pensato che potesse essere interessante per qualcuno, là fra di voi...

Se vi è capitato di seguire il programma "SOS Tata", format di La7, avrete notato alcuni cambiamenti. Tra un paio di settimane andrà in onda la nuova serie, che vede nella squadra delle tate una new entry, Tata Mey, dall'aspetto così familiare (forse perchè ci ricorda una certa Mamy in un certo film che andava via con un certo vento) che bisognerà guardarla per forza, almeno per una puntata. Tata Mey sostituirà Tata Francesca, alias Francesca Valla, che in questi giorni sta conducendo una rubrica, "SOS Genitori" (che fantasia!), su Rai Uno.

Ebbene, la Franceschina sta per iniziare un nuovo programma, che andrà in onda sul canale Lei di Sky, e sta cercando MAMME da far partecipare al programma.


Sì, avete capito, cercano neo-mamme con figli entro 1 anno di età, da far partecipare ad un reality su come si diventa mamme e come si impara a conciliare il proprio essere donna con l'essere genitore. Il tutto passando un po' di tempo (sì, ma quanto?) dentro un lussuoso casale di campagna. L'Editore del programma sta infatti facendo un casting. Se volete partecipare ai provini per tentare di entrare tra i protagonisti del nuovo programma, inviate una mail a casting-lei@rcs.it. Ammesso che si impari a diventare mamme dentro un casale, la cosa potrebbe anche essere divertente.


Per cercare di recuperare un po' il fuori tema, vi darò  la mia opinione  del programma da cui proviene la futura conduttrice, ovvero SOS Tata. Lo seguo da poco, dato che fino a poco tempo fa avevo problemi di antenna e non vedevo i canali su cui va in onda. Per quello che ho estrapolato, è un programma tanto interessante quanto pericoloso. Se da una parte, infatti, si riescono a ricevere dei consigli su come affrontare Il Capriccio, La Richiesta di Attenzione, e su quanto sia utile condividere delle Regole Familiari, dall'altra parte pare di stare dentro il Manuale del Perfetto Genitore, che di solito, come tutte le cose che ti spingono ad essere perfetta, sono deleterie. Peccato che nessun bambino sia uguale all'altro, che non per tutti valgono le stesse regole, che non sempre si DEVE applicare un certo metodo, o si DEVE essere sempre sorridenti, o si DEVE fare questo e quello solo perchè te lo dice L'Esperto.
Credo che la maternità abbia bisogno di molto sentimento, e con questo non intendo solo affetto, bontà, e così via, ma spontaneità, decisione, concretezza, volontà. Insomma, fare ciò che si sente dentro, asoltare i consigli e valutare i metodi e poi utilizzarli per quanto corrispondono alla propria famiglia, ai propri bisogni, al proprio bambino. Avere qualcuno che ti dice come DEVI comportarti con tuo figlio la considero una cosa pericolosa per la delicata sanità mentale delle già provate mamme di questo millennio.
Quindi, Tate o non Tate, fate quello che vi dice il vostro Io. E se avete sbagliato, riprovate. I bambini sanno capire, soprattutto sanno capire se voi state bene con voi stesse oppure no. Vogliatevi bene.

Nessun commento:

Posta un commento