lunedì 9 dicembre 2013

Passeggino Bugaboo Buffalo: prove su strada (e su sassi, ciottoli, erba...)

Finalmente posso farvi vedere "dal vivo" - o quasi - cosa sa fare il passeggino Bugaboo Buffalo.

In attesa di un po' di tempo durante le vacanze per offrirvi la recensione completa, ecco un breve video girato in modo un po' amatoriale ma che credo faccia ben comprendere come questo passeggino non abbia veramente paura di niente e di nessuno sulla sua strada.
Aprovadibabbo ci ha preso gusto, come vedrete, e si è dato "alla corsa". Il Bugaboo Buffalo non è certo un passeggino da jogging, come altri invece lo sono per dichiarazione di fabbrica, ma ho deciso di fare un po' di "recensione estrema" per farvi vedere che quelle quattro ruote così grandi sanno il fatto loro.

Vi invito anche a notare come sia comodo nel passo lungo, per i genitori più alti, anche in salita: il maniglione è regolabile in altezza fino a misure comodissime anche per chi ha la fortuna di aver delle belle gambe lunghe!



.

mercoledì 4 dicembre 2013

Come scegliere il sacco nanna: modelli a confronto








Trovo che il sacco nanna sia un'invenzione geniale, un modo sicuro e pratico per far dormire al caldo i bambini senza che si scoprano e senza rischi dovuti alla presenza di lenzuola e coperte. Ecco qui di seguito una carrellata su vari modelli a confronto.

Potete leggere anche la Guida al Sacco Nanna di A Prova di Mamma.

La maggior parte dei sacchi nanna è senza maniche ed è dotata di clip sulle bretelle e di una zip che percorre la circonferenza  del sacco. E' molto comodo per poter cambiare ad esempio il pannolino senza togliere il sacco.

giovedì 14 novembre 2013

Un Natale GRANDE grande: regali oversize per i piccoli


E se quest'anno potessi regalare al Pupo un regalo grande, grandissimo, più grande di lui? è vero, c'è la crisi, la cinghia va stretta, ci sono cose più importanti. Ma a volte c'è anche chi ha bisogno di qualcosa di diverso, qualcosa di GRANDE.
Ho selezionato per voi alcune idee per la casa ed il giardino da dedicare ai più piccoli di casa per Natale: giocattoli, giochi da giardino, arredi per la cameretta, cose tutto sommato importanti per tutta la famiglia, dei piccoli investimenti (di cui molti tra l'altro A SCONTO) che avranno certamente un bell'impatto sotto l'albero (ammesso che SOTTO l'albero ci entrino...).


venerdì 8 novembre 2013

Borsa per il cambio Pacapod, per la Mary Poppins 2.0








Diciamocelo: già dover portarsi appresso mezza casa quando si esce con il pupo è una gran scocciatura. Avere per di più una borsa per il cambio che grida "neonato" a caratteri cubitali e a suon di ciuccetti e orsetti infiocchettati non è esattamente l'ideale.

Anche perchè il pupo fa parte della TUA vita, che continua al di là di lui. Quindi continui a frequentare persone (fosse anche solo quelle tre facce che vedi la mattina dal fornaio), magari continui a lavorare e vedi colleghi, capi e clienti, e di certo continui a essere una DONNA oltre che una mamma.

Ecco perchè mi piacciono le borse per il cambio Pacapod, perchè continuano a farti sentire una donna nonostante siano piene di pannolini e bavaglini rigurgitati (lo so, sono drammaticamente iper-realista).

venerdì 25 ottobre 2013

Ninna nanna personalizzata

Sono diversi mesi che ho questo CD in casa, ma non avevo ancora trovato il modo di mettermi seduta a raccontarvelo.

Poi ieri la Pupattola ha cominciato a parlare di Natale (si muove in anticipo, la ragazza!) e ho pensato "...eppure c'era qualcosa che avevo catalogato nello scaffale mentale del regalo perfetto per Natale, ma cos'era... cos'era?...". Ed eccolo lì che mi è tornato tra i file recenti del cervello, insieme a 'devo lavare il grembiulino dell'asilo' e 'oddio stasera ho le prove di Teatro'.

"La tua ninna nanna" è un CD personalizzato che contiene canzoni dedicate proprio al vostro bambino. All'interno della canzone, infatti, sentirete cantare il nome del vostro bimbo, qualunque esso sia, perchè le tracce sono incise personalmente da Irene e da suo marito, che gestiscono questa piccola attività familiare musicale.
Hanno avuto davvero una bella idea: mia figlia si è molto stupita di sentire una canzone con il suo nome all'interno, e se il bimbo è piccolino e ancora non riconosce il suo nome sarà comunque bello fargli ascoltare delle ninna nanne che mamma e papà potranno intonare sul suo stesso nome.

Sul sito www.la-tua-ninna-nanna.it sono disponibili cd in diversi formati, con 3 o 5 canzoni ciascuno. E' possibile acquistare anche la versione per gemelli o fratelli/sorelle, con due cd personalizzati ognuno con il nome di uno dei fratelli.

Le canzoni potete sceglierle una per una, perchè sono ascoltabili direttamente sul sito una per una.

Per chi come me ama i regali personalizzati questo è davvero un bel pensiero, e ad un costo davvero ragionevole (a partire da €10).



.



martedì 15 ottobre 2013

10 cose da non fare in crociera - ovvero - Antitutorial di una vacanza con i figli

Questo post partecipa all'iniziativa di Genitori Crescono #capitasoloame


Prendete carta e penna e segnatevi tutto ciò che sto per scrivere. Ricordate solamente di dare il titolo giusto alla lista, cioè "COSE DA NON FARE IN CROCIERA".

1. Dopo che sia voi che vostro marito avete preso  una preziosissima settimana di ferie, NON decidete di portare anche la quattrenne con voi.

2. Se invece siete stolti come noi, la sveglierete una bella mattina alle sei, la caricherete in macchina, e vi ritroverete per le 3 ore successive a cantare tutto il repertorio dello Zecchino d'Oro e di SanRemo remixati insieme, a contare tutte le gallerie e ponti dell'autostrada dell'appennino, a offrire a una bambina ormai satolla della sana frutta, mediamente-sani panini e assolutamente insane merendine sintetiche per tenere la bocca della quattrenne occupata il più a lungo possibile. Fatto tutto questo, dopo 3 ore e mezzo di viaggio è altamente sconsigliabile accorgersi di aver lasciato il passaporto di vostro marito a casa.

3. Alla domanda della quattrenne "Mamma, perchè ora state zitti?" è meglio NON rispondere.

4. All'imbarco del Porto, prima di salire sulla nave, nel momento in cui vostro marito se ne torna ramingo a casa in treno, NON è il caso di farsi prendere dall'ansia. Anche perchè in quell'esatto momento, quando realizzate veramente che avete come bagaglio a mano un beauty-case, la vostra borsa, il cambio di emergenza della bambina, un passeggino e - soprattutto - una bambina, e che siete da sole, vostra figlia dirà "Mamma, mi scappa la cacca" .

5. Ammesso che finalmente riusciate a salire sulla nave (voi e la quattrenne, perchè vostro marito sta correndo alla stazione per tornare a casa a riprendere il passaporto e FORSE vi raggiungerà il giorno dopo), controllerete il numero della vostra cabina: 1430. In uno stato a metà tra il trans psichiatrico e il limbo tantrico, vi dirigete al patibolo... cioè, alla cabina, scorrendo tutti i 250 diversi numeri di cabina. La quattrenne, ovviamente, vorrà leggerli. Tutti. Da sola. Dopo circa mezz'ora arriverete ai 1400-e-rotti... 1429...1431. Il 1430 non c'è. A quel punto NON pensate che la nave sia posseduta, nè che vi abbiano assegnato la stanza fantasma, nè che ci siano le telecamere di un macabro e crudele Scherzi a Parte a madri ansiogene. Semplicemente siete nel corridoio dei numeri dispari.

6. Se riuscite a passare la notte (ovviamente la vostra cabina è quella sopra ai motori), il giorno dopo verrete finalmente raggiunte dal marito. Sempre che non si perda fra la stazione ferroviaria e il porto. Forse era meglio se NON portavate neanche il marito e partivate da sole.

7. Finalmente siete tutti e tre in vacanza in crociera. La crociera in Ottobre, fuori stagione, ha degli indubbi vantaggi (economici innanzi tutto) e degli svantaggi di quelli tipici da genitori, che nessuno vi dice mai. Tipo che siccome il miniclub (per bambini da 3 a 6 anni, su cui voi avevate riposto tutte le vostre speranze di fare una effettiva "vacanza") è particolarmente sguarnito, lo hanno unito al maxiclub (dai 7 agli 11 anni). Se vostra figlia è una quattrenne timida e permalosa NON vorrà andarci. MAI. Oppure ci andrà un paio d'ore, per farvi contente, per poi uscire e dire "Sai mamma, mi veniva tanto da piangere, ma non ho pianto". E voi vi sentirete una vera merdaccia.

8. Rinunciato al miniclub,vi consiglio di NON fare un'escursione guidata, in pullman e con la guida che vi racconta delle meraviglie e dei fasti del luogo, perchè la quattrenne si addormenterà giusto quei dieci minuti prima di scendere dal bus. Farà quindi un bel po' di storie per essere stata ingiustamente disturbata durante la sua pennichella (che a casa, ovviamente non fa mai, neanche se la infilate in macchina per 40 chilometri, ma il pullman evidentemente ha il suo fascino soporifero). Sappiate anche che tutta l'escursione a vostra figlia probabilmente non piacerà, e concluderà la faticosa giornata con un "Mi avete portato in posto proprio noioso": in quel momento NON pensate a quanto avete speso.

9. Vedete bene anche di NON programmare i grandi festeggiamenti per il compleanno della quattrenne giustappunto sulla nave da crociera. La vera testimonianza del fatto che la crociera è una vacanza pensata per gli adulti, e non per i bambini, sta infatti in un dato che definirei  palesemente evidente: sulla nave non ci sono torte per bambini. Se volete festeggiare il vostro compleanno avrete infatti possibilità di scelta fra un ampio menù di golosità e prelibatezze con creme dalle forme tanto improbabili quanto elaborate, decorazioni in cioccolato che sfidano la gravità, liquori da inzuppo di ogni genere e tipo. Ma niente che ricordi anche solo vagamente una semplice e rotonda torta di compleanno, niente che un bambino di 4 anni possa vedere pensando "me la mangio". Vi accontenterete di elemosinare dalle cucine una candelina, facendo la figura dell'unico passeggero pezzente di tutta la nave, e la piazzerete nel gelato di fine pasto. E vi sentirete, di nuovo, una merdaccia.

10.  Deciderete quindi di fare un'escursione in libertà: oggi si scende dalla nave e si va dove ci pare. Individuate quindi sulla mappa la Ciudad de las Artes y de las Ciencias, con tutto il suo parco verde con annessa zona parco giochi: scivolo, altalena, castello in legno. Finalmente avete trovato il posto perfetto, che soddisfa la vostra voglia di viaggio e la sua voglia di gioco.
Ma.
Subdolo e strisciante si insinua nella vostra testa il pensiero che una volta in viaggio ci andavate con le amiche, che la Spagna una volta era una meta di sogni e avventure, e i vostri quasi-40 anni iniziano a gridare vendetta. Così in pochi secondi le vedete, capite cosa sono, e decidete: "Io sono ggggiovane, io andrò sulle waterballs di Valencia".


La quattrenne vorrà venire anche lei, ovvio, salvo tirarsi indietro all'ultimo momento (altrettanto ovvio). Voi però siete ggggiovani e indietro non vi tirate. Dopo 10 minuti di waterballs però nun je 'a fate più. A quel punto, mi raccomando, fate finta di NON sentire. Di non sentire le urla della quattrenne che ha deciso che ora ci vuole salire anche lei ed entra in uno di quegli stati da posseduta dal demonio, i rimproveri del marito che "non sei gggiovane manco per niente, potevi fare a meno di salirci", le parole dette fra i denti - e neanche più di tanto fra i denti - della gente che sentire una quattrenne che urla a squarciagola non lo aveva proprio messo in programma, del vigilantes che non trova niente di meglio da fare in tutto quel caotico frangente che farti notare che la quattrenne è senza calzini (non chiedetemi perchè).

E ora mi chiedo: ma #capitasoloame ?




.



giovedì 3 ottobre 2013

Vi presento Bugaboo Buffalo, il passeggino per il fuori città

E' appena uscito in Italia, e A Prova di Mamma ha l'occasione di provarlo per voi.

Vi presento Buffalo, il nuovo arrivato di casa Bugaboo, la marca olandese di passeggini di alta qualità. Buffalo è nato per l'outdoor, per le scampagnate, per i terreni 'difficili', per la terra ed i sassi, per la sabbia e per la neve. Se vivete fuori città, o se amate la natura ed essere mobile nonostante un figlio piccolo, Buffalo è il vostro passeggino.
Non chiedetegli miracoli però: non è un light weight, un passeggino leggero, perchè è proprio grazie ai suoi 14,3Kg (incluso cesto portaoggetti e cappotta parasole) che riesce ad affrontare ogni tipo di terreno senza difficoltà e senza danneggiarsi.
E' un passeggino solido e robusto, fatto per durare figlio dopo figlio, sentiero dopo sentiero. Ma è anche un fedele compagno di viaggio con tante caratteristiche utili per garantire al bambino e anche al genitore il massimo comfort nelle passeggiate più avventurose.

Il segreto sono le ruote, grandissime: anteriori piroettanti da 10" e posteriori fisse da 12". Sono in schiuma sintetica espansa, il che significa ruote elastiche senza la paura delle forature, così si può viaggiare in tutta tranquillità anche sui terreni più insidiosi, tra sassi e jungla urbana.
La distanza tra le ruote posteriori è abbondante (50 cm) per consentire un passo comodo a prova di scarponi.
Anche le misure sono aumentate rispetto agli altri passeggini Bugaboo, che peccano soprattutto in altezza: nel Buffalo il maniglione è regolabile da un minimo di  90 cm ad un massimo di 112cm da terra per i genitori più alti. La seduta del bambino poi è più alta degli altri fratelli Bugaboo, e si trova a ben 60cm da terra, potendo ospitare il bambino anche al tavolo con i genitori al posto di un seggiolone. Perfetto per i pic-nic!


La seduta è reversibile (fronte strada e fronte mamma) e reclinabile in 3 posizioni per la nanna. Le manovre sono rese facili da sistemi "ad una mano". Un maniglione unico dietro la seduta permette di modificare la reclinazione, due clip manovrabili separatamente permettono lo sgancio della seduta per poterla rovesciare rispetto al senso di marcia, il tutto anche con una sola mano.

Una caratteristica speciale del Bugaboo Buffalo è la possibilità di viaggiare su 2 ruote: con la spinta di un piede le ruote posteriori vengono portate in avanti, ed il passeggino diventa trainabile. Il maniglione è dotato di un allaccio di sicurezza da mettere al polso contro le cadute accidentali, così si può far scorrere il passeggino sui terreni dove le 4 ruote non scorrono, come sabbia o neve.
Buffalo ha poi una portata eccezionale, per permettervi di essere completamente autonomi anche nel bagaglio per l'intera giornata. Il maniglione è dotato di due ganci che sorreggono la tracolla della vostra borsa per il cambio, con una portata fino a 6Kg in piena sicurezza, senza rischio di ribaltamento. Il cesto portaoggetti sotto la seduta ha una capacità di 35 litri, il che significa che può contenere tranquillamente l'equivalente in volume di una valigia 48h. Ha anche una tasca interna "sempre aperta-sempre chiusa" che mantiene il contenuto accessibile ma sempre al suo interno, per documenti o piccoli oggetti da non perdere. Infine è ben accessibile sia che la seduta si trovi in posizione fronte mamma o fronte strada. Voi dovete solo preoccuparvi di camminare, il portantino lo fa lui!

Essendo un amante dei percorsi fuori strada, Buffalo non ha paura di sporcarsi. Sia il cesto che la seduta si mettono e si tolgono tramite velocissimi strap, e la seduta - in un unico pezzo - è lavabile in lavatrice.
La cappotta, anch'essa lavabile, è fornita a parte al momento dell'acquisto, così potete personalizzare il vostro Buffalo con i vostri colori preferiti. Ha una zip che permette di estenderla fino a coprire completamente il bambino proteggendolo anche dai raggi del tardo pomeriggio estivo, sia che la usiate sul passeggino che sulla culla.

Bugaboo Buffalo ha una unica struttura portante che funziona sia come passeggino che come carrozzina, a seconda che vi si applichi la seduta o la culla. Così con un unico pezzo avete due servizi, dalla nascita ai 6 mesi (culla) e dopo i 6 mesi (passeggino). Quello che cambia è la porzione in tessuto, che in entrambi i casi ha una base in legno.
La culla offre notevole spazio al bambino, e ampia protezione grazie al rivestimento ed alla cappotta estensibile. Unico neo, un materassino aerato ma foderato in tessuto piuttosto "caldo".
Passeggino e culla sono anche utilizzabili separatamente dalla struttura. Il passeggino diventa una sdraietta, e la culla è dotata di piedini per appoggiarla in modo sicuro a terra quando la utilizzate in casa.

Ovviamente il Buffalo è un passeggino pesante ed ingombrante. Anche se riesce a chiudersi in maniera abbastanza compatta per la sua mastodontica struttura, occuperà comunque gran parte del vostro bagagliaio, ed avrà quindi bisogno di qualcosa di più che una piccola utilitaria.
E' comunque possibile smontare le ruote e trovare una soluzione più compatta, ma si tratta di una manovra non per tutti i giorni.

Se volete saperne di più e vedere il Buffalo in azione continuate a seguirmi per una video-recensione di A Prova di Mamma del Bugaboo Buffalo.


.


martedì 10 settembre 2013

Passeggino gemellare: 10 cose da sapere



La scelta fondamentale nell'acquisto del passeggino gemellare è fra il passeggino in linea (in-line double strooller) e il passeggino affiancato (side-by-side double stroller). Il primo mette un bambino dietro l'altro e permette di risparmiare spazio, il secondo offre uno spazio più confortevole ad entrambi i bambini.
Ma vediamo punto per punto le cose da sapere per scegliere al meglio.

1. il passeggino gemellare perfetto non esiste (mmmh, dove l'ho già sentita questa frase?). Ciascuna famiglia può prediligere l'uno o l'altro modello - in linea o affiancato, a seconda delle esigenze, degli spazi a disposizione, della necessità di trasportare o meno il passeggino in auto e con che frequenza. Quindi se per scegliere il vostro gemellare ci state mettendo più o meno lo stesso tempo che usereste per scegliere l'auto di famiglia non vi preoccupate, è del tutto normale.

2. studiate i vostri spazi di manovra. In generale, il passeggino in linea è più stretto e quindi affronta meglio marciapiedi e corridoi. E' però più lungo e può essere più complicato affrontare le curve. Valutate bene quindi se i vostri percorsi sono cittadini e prevedono marciapiedi stretti con angoli retti, o vialetti pedonali minimali, o ancora corsie di supermercato anguste.



Easywalker Duo
3. porte aperte (sì, ma quante?). Tenete conto della misura delle porte che dovrete attraversare con il vostro passeggino. I passeggini affiancati sono molto larghi e possono creare problemi in questo senso. Non si tratta solo della porta di casa, o del cortile del palazzo, ma anche quella dell'ascensore, della casa dei nonni, dell'ingresso dei giardinetti, e dei posti che frequentate di più come il supermercato, la chiesa, l'asilo, l'accesso ai percorsi pedonali. Fatevi una mappa di massima di un vostro percorso tipo, e individuate i possibili ostacoli.







Hauck Freerider
4. comfort dei bambini. Nel passeggino in linea uno dei due bimbi siede dietro l'altro. In alcuni modelli uno dei due è in posizione più bassa, il che permette di risparmiare spazio in lunghezza e diminuire l'ingombro ed il peso del passeggino, rendendolo più leggero e maneggevole. Di contro, uno dei due bambiniè più vicino al terreno ed ha meno spazio per le gambe.Bisogna quindi valutare bene e scegliere un modello che offra più caratteristiche positive possibili, con minimo ingombro e massimo comfort per entrambi i bambini.



Brevi OVO Twin






5. schienali reclinabili. Come già detto nel punto precedente, nei passeggini gemellari in linea uno dei due schienali non non ha tutte le posizioni di reclinazione per via dell'ingombro dell'altro sedile. Attenzione però anche ai passeggini side-by-side: verificate che i due schienali siano reclinabili indipendentemente l'uno dall'altro.






Passeggino Together di Chicco



6. uso con gli ovetti. Nei passeggini in linea bisogna valutare se il modello consente l'uso contemporanea di due ovetti (seggiolini auto gruppo 0+), necessario al trasporto di due gemelli neonati. I più recensi passeggini in linea infatti dispongono i due bambini in una posizione leggermente sovrapposta, rendendo impossibile l'uso contemporaneo di due ovetti per mancanza di spazio. Lo stesso può accadere però anche con i passeggini side-by-side in cui la staffa centrale, che si trova tra i due seggiolini, e comune ad entrambi, e può quindi essere usata per l'aggancio di un solo seggiolino auto.







Cam Aria Twin
7. siamo piccoli ma cresceremo. Con l'avanzare dell'età dei bambini, i passeggini in linea possono creare qualche "discordia" fra i piccoli, e fra loro e i genitori. Ci sono per esempio le lotte per il "posto davanti" perchè offre una maggiore visibilità del mondo e più spazio per le gambe. Il bambino nel posto davanti comunque è meno visibile dal genitore e quindi più difficile da tenere sotto controllo. Il problema non si pone invece con i passeggini affiancati, dato che entrambi i bambini godranno delle stesse condizioni, sia di spazio che di visibilità.










Cam Twin Pulsar
8. ingombro e peso (e quindi materiali). I passeggini con telaio metallico sono sicuramente i più robusti e i più capaci di durare nel tempo. D'altra parte sono anche i più pesanti. Considerato che un gemellare pesa già di suo più del doppio di un passeggino normale, può essere opportuno valutare bene il suo peso e le vostre capacità di sollevamento. I passeggini con telaio plastico sono un po' meno resistenti ma più leggeri. Io inoltre consiglio sempre di testare il passeggino "a pieno carico" ogni volta che sia possibile: portate con voi al negozio delle bottiglie d'acqua, e caricate il seggiolino con due-tre bottiglie da 2 litri, a costo di sembrare fuori di testa agli occhi della commessa: sarete voi poi a spingerlo, non lei.







9. per quanto tempo lo userete? Si pensa spesso - sbagliando di grosso - che un passeggino sarà per sempre. Come spesso accade con i singoli (si compra il trio e poi si ri-compra un ultraleggero) ancora di più accade con il gemellare: ci si ritrova nel giro di poco più di un anno a tornare sui propri passi e comprare due passeggini singoli, rinunciando a fare "tutto da soli". La gestione di due gemelli talvolta comporta un irrinunciabile aiuto da parte di altre persone, o comunque una pianificazione della giornata che prevede l'intervento di entrambi i genitori per gli spostamenti dei due bambini, o comunque di nonni e baby-sitter, e allora diventa molto più comodo spostare i due bambini separatamente, ognuno col suo passeggino, più compatto, meno ingombrante, più maneggevole e più flessibile.
Parapioggia gemellare Peg-Perego



10. optional o di serie? I passeggini gemellari sono sempre un discreto investimento per una famiglia, soprattutto se li si acquista nuovi anzichè usati. Valutate quindi bene cosa è compreso nel prezzo, perchè un acquisto dettato dall'idea del risparmio potrebbe rivelarsi vano se poi dovete aggiungere a parte il parapioggia doppio, il corpigambe doppio, il parasole extra doppio, ecc ecc.

mercoledì 7 agosto 2013

10 zainetti per l'asilo da 10 e lode

Ecco una selezione di 10 zainetti perfetti per tornare all'asilo, e vi dico anche perchè si meritano 10 e lode.

Animaletti in spalla "full optional" - Fa parte di una serie di zainetti per bambini ispirati al dorso degli animali. Sono estremamente divertenti, colorati, e invitano a giocare di "far finta di". Dalla coccinella allo squalo, dall'ape al dinosauro, ce n'è per tutti i gusti, anche i più... animaleschi!
Ci piace perché...  è ricchissimo di optional: cappuccio antipioggia estraibile, cinghia anteriore per farlo aderire al corpo del bambino senza che scivoli dalle spalle, cintina di sicurezza da agganciare allo zainetto per avere il piccolo sempre sotto controllo, maniglia, targa interna su cui poter scrivere il nome. No, dico, più di così?




Lo zainetto di Lupazzo - Io Lupazzo non riesco a non adorarlo: questo zainetto è perfetto per chi ama gli animali 'anomali' come me.
Ci piace perchè... è profondo solo 7 cm: tanta allegria in poco ingombro.




Mickey Forever - Quando ci sono di mezzo i personaggi Disney è una vittoria facile: i bambini li adorano e per noi non sarà difficile convincerli che la mamma ha fatto un ottimo acquisto con il Mickey Backpack. Questo poi ha un design essenziale, colorato per piacere ai più piccoli, ma moderno quanto basta per piacere alla mamma. E' disponibile anche in rosa per le giovani pink-ladies.
Ci piace perchè... è in abs, il materiale indeformabile delle più moderne valige "da grandi".



Come Indiana Jones - è per piccoli avventurieri lo zainetto Royal RepubliQ FENTY color oliva. La chiusura è a scatto per maneggiarla con facilità (la fibbia è tutta scena ;-) ). Un po' caro, ma tanto poi lo userà papà...
Ci piace perchè fa tanto urban jungle!



 Old Comics - Di nuovo Disney in questo zainetto, ma una versione vintage che ricorda i vecchi fumetti originali. E' piccolo ma dalla forma capiente: misura 45x32x20cm.
Ci piace perchè... il trucco c'è ma non si vede: è anche mini-trolley, con il manico estraibile.






Disegnare disegnare disegnare - Si chiama Doodle Daysack, ed è uno zainetto pensato per bambini dai 4 anni in su. E' capiente ma leggero (240g), ha spallacci imbottiti ed un'ampia tasca esterna. E' pensato per chi ama scrivere e disegnare, con una tasca laterale ad hoc per penne e matite.
Ci piace perché... c'è anche un quaderno da disegno in omaggio.


Personalizzabile - Può essere ricamato con il nome del bambino lo zainetto personalizzabile con 10 diverse fantasie, personaggi e colori.Ha una doppia tasca interna, e la chiusura è a cordoncino con stop in velcro, per poter essere usato dal bambino in autonomia.
Ci piace perchè... non si rischiano scambi all'armadietto.




Zaino al volo - Ispirato anche questo alle api, lo zainetto Giallo è ampio e leggerissimo, lavabile e con imbottitura su spallacci e fondo.
Ci piace perché... ha anche le antenne. E costa poco: solo €13.


Più tasche per tutti - E' davvero capiente lo zainetto Laessig (sì, la stessa Laessig delle borse fasciatoio della mamma!), con tanti spazi separati per organizzare giocattoli, merenda, cappello e persino le scarpe! Grazie ad un fondo apribile può contenere le scarpette per la ginnastica, o i libri per il corso pomeridiano. Ha anche due tasche laterali, una taschina frontale e una grande zip dà accesso all'interno. Gli spallacci sono imbottiti e dotati di cinghietta frontale perchè non scivoli dalle spalle.
Ci piace perché... oltre alle mille zip, nasconde sorprese che non ti aspetti, come i rifrangenti per la sicurezza sugli spallacci o la targhetta per il nome sul retro.





Lo zaino che si strizza - Lo zaino K2 di Varsity ha un design forse un po' più "da grandi" ma è comodissimo per i piccoli, perchè si può 'strizzare' tirando i due strap orizzontali, in modo da ridurne l'ingombro, così lo zainetto può 'crescere' con il bambino.
Ci piace perché... la zip si apre lungo quasi tutto il perimetro dello zaino, lasciando libero ed ampio accesso al contenuto.

venerdì 26 luglio 2013

Due mani e un passeggino

post sponsorizzato

Quando andavo all'asilo ci avevano insegnato una canzone. Ricordo che ci avevano dato le parole scritte su un cartoncino, tutto lustro e colorato, e che questo più di tanti altri era rimasto a lungo appeso sul mobile di cucina. Non ricordo più tutte le parole, ma un verso che faceva così:

"Le mani della mamma
non hanno mai riposo
e non chiedono mai nulla.
Sono pronte sempre a dare
la vita e la bontà."

Credo che la mia mamma ci si fosse affezionata, forse perchè anche lei pensava che sì, in effetti, le sue mani non avevano mai riposo, con una casa, un marito, un lavoro ed un passeggino con dentro una figlia da 'manovrare' (la figlia o il passeggino? la figlia E il passeggino).

Ora anch'io ho una casa, un marito, un lavoro ed un passeggino con dentro una figlia, ma per fortuna le mie manovre sono più facili, più tecnologiche, più veloci.
Perchè IO, trent'anni dopo, per fortuna, ho un Baby Jogger.




E al vostro passeggino? due mani bastano?

mercoledì 24 luglio 2013

William, il Royal Baby se lo ami legalo... per bene!

Stamattina ho visto le foto del Royal Baby, all'uscita dall'ospedale. Facce felici e incredule, come si conviene ad una neo-coppia di genitori che ancora non sa cosa li attende... aehm, che ha appena avuto il primogenito.
Ma c'è una cosa che non va, ragazzi, NO NO, proprio non va:

MA COME LO AVETE MESSO NELL'OVETTO 'STO BAMBINO?


MA NON LI AVETE GUARDATI I CRASH TEST?

non sapete che tutto il mondo vi guarda? che state dando l'esempio?
Oh sì che lo sapete. Lo sapete bene poveretti, e forse è proprio per l'ansia da paparazzi che vi siete momentaneamente dimenticati che non si lega così un bambino nell'ovetto
che le cinture devono passare sopra le spalle
che le braccia devono uscire ai lati
che nei primi giorni esistono i riduttori, nel caso il bebè sia ancora troppo piccolo rispetto allo spazio dell'ovetto

E poi, soprattutto:
KATE, MA CHI TE LI COMPRA 'STI VESTITINI A POIS?


lunedì 22 luglio 2013

I Coupon e i Buoni Sconto di Luglio per genitori e bambini

Ci sono moltissimi sconti e offerte questo mese, che si cumulano con gli sconti di fine stagione e fanno un bel carosello di occasioni da non perdere prima delle ferie!



banner
Cominciamo con gli accessori per i bambini. Su BuyBaby sono disponibili ben 3 diversi coupon da spendere entro fine Settembre. Potete inserire nel carrello il codice sconto ZAX5BB per avere uno sconto di €5 con un acquisto minimo di €50, oppure ZAX10BB per uno sconto di €10 su un minimo di €100 o infine il codice sconto ZAX15BB per €15 euro di sconto su un carrello di €200.




Che vi serva il costume o la scarpa da trekking, per l'abbigliamento ci pensa Zalando, che ha sempre qualche promozione in corso. La sezione Bambini - Accessori e Abbigliamento ha sconti fino al 70%, anche sull'abbigliamento sportivo per ragazzi (da far man bassa in vista del rientro a scuola a Settembre!).
Tra l'altro gli sconti sono molto alti anche sui brand più importanti, quindi se siete delle patite delle marche vi consiglio un giro nella sezione Premium, anche solo per rifarsi gli occhi.












Se invece siete in fase di ristrutturazione fate un salto al Club FoppaPedretti: in questo periodo la consegna è gratuita, così potete approfittare davvero di tutte le comodità dell'acquisto online su mobili e accessori per la casa. Dalle ricariche Maialino a sconto fino ai trio in offerta passando da fasciatoi, lettini e passeggini (anche la celebre serie Barbapapà è scontata).





Anche Prénatal offre la consegna gratuita sugli acquisti online, quindi è possibile approfittare degli sconti sull'abbigliamento bambini e sugli accessori con consegna gratuita direttamente a casa.
Se siete in attesa, vi consiglio soprattutto gli sconti sul premaman, perchè potete già trovare anche giacche e giacconi premaman a sconto in vista del pancione autunnale.

lunedì 15 luglio 2013

Royal Baby Shopping

Aprovadimamma è una appassionata di Sissi, quella di Romy Shneider però (mica la Capotondi, tsè). Per questo il giorno del matrimonio di William e Kate (ops scusate, Catherine) si è attaccata al video e ha seguito tutta la cerimonia. Ora non è che abbia più tanta voglia di seguire le "vicende della vagina di Kate" come direbbe Chiara di How-to-be-a-Geek-Mom, ma di fare un po' di shopping per il Royal Baby sì.

E mi son detta, perchè non festeggiare con una bella carrellata a tema "principesco" fra il kitch e l'utile?

lunedì 17 giugno 2013

Come applicare etichette termoadesive personalizzate agli abiti dei bambini

Mentre ero in cerca di un regalo utile per un amichetto della Pupattola, mi sono imbattuta in SicuramenteMio, il sito di etichette personalizzate per bambini. Ho acquistato un po' di etichette e le ho regalate al posto del solito giochino, però mi era rimasta la curiosità di provarle. E così le ragazze di SicuramenteMio mi hanno fornito un kit di etichette per la piccola di casa. Ecco qui la mia review.


SicuramenteMio è un sito in cui potete ordinare etichette adesive o termoadesive personalizzate, in vari formati, fra cui anche etichette molto piccole da stirare sui capi di abbigliamento. Sono pensate in primis per i bambini, per le loro cose da portare al nido, all'asilo, al campo estivo senza confonderle con quelle degli altri.
Sono colorate e vivaci, ed al nome può essere associata l'immagine di un animale, un cartoon o semplicemente un simbolo.
Si possono acquistare anche in kit, formati da più etichette di diversi formati e dimensioni. Si acquistano come unico pacchetto, a prezzi anche convenienti.
Trovo che l'idea sia ottima, e molto carina come alternativa per un regalo utile ed originale.

Ho provato personalmente le etichette termoadesive con il solo nome e il simbolo, per il grembiulino dell'asilo e i giacconi che finiscono nell'armadietto della scuola, a volte nel posto sbagliato.


Le etichette, spedite a casa, arrivano posizionate su un foglio di plastica trasparente, protette da una pellicola di carta siliconata. Vanno staccate manualmente dalla plastica e posizionate nel punto del tessuto in cui si desidera farle aderire. Quindi va passato il ferro da stiro a secco ad alta temperatura (cotone ooo), proteggendo l'etichetta con la carta siliconata in dotazione.


Giusto il tempo di far scaldare il ferro, ed in pochi istanti ecco l'etichetta applicata.


L'etichetta è piuttosto morbida, e segue l'andamento del tessuto senza irrigidirlo.


L'etichetta ha resistito a tutti i miei lavaggi, il che mi ha molto soddisfatto. Un bel giorno però, dopo diversi mesi, il grembiulino è arrivato a casa senza etichetta, ma con una pallottola di carta appiccicata, ultimo ricordo dell'etichetta che fu. Temo che la poveretta sia collassata sotto uno dei celebri lavaggi in lavatrice di Aprovadinonna, a 900 gradi Kelvin con additivi disinfettanti, sterilizzanti, ultradetergenti, superigienici che farebbero venire l'asma e l'orticaria allergica da eccesso di pulizia anche all'Idraulico Liquido. Non ne faccio quindi una colpa alla povera etichetta.

Quindi ottima la resistenza e ottima l'idea delle etichette adesive e termoadesive personalizzate.

Il sito però, a mio parere, ha ancora margini di miglioramento dato che, ad esempio, non è possibile avere etichette coordinate quando si compra un kit, perchè i disegni da associare al nome non sono disponibili per tutti i formati. Un vero peccato!
Inoltre il sistema di personalizzazione è piuttosto macchinoso. Per ogni formato di etichetta va scelto colore dello sfondo, colore della scritta e simbolo. Se si arriva in fondo alla personalizzazione e ci si accorge di voler cambiare qualcosa bisogna rifare tutto da capo. Inoltre se si sospende il lavoro online (cosa che può capitare dato che ci vuole un bel po' di tempo) non c'è modo di salvare "a metà strada", e quando si torna alla tastiera si è perso tutto e bisogna ricominciare da capo.

Insomma, l'idea è davvero carina, originale, ad un prezzo accettabile, servirebbe solo un po' di tecnologia in più.


venerdì 14 giugno 2013

MAI in auto senza seggiolino. Guardate questi crash test!

Sono arrivate le vacanze, si parte.
Noi ed i bambini, insieme, in lunghi viaggi in auto.
Il caldo, la stanchezza, i bambini che piangono, che vogliono scenmdere.
L'istinto di girarsi per vedere, per calmarli.
L'idea di lasciarli senza cinture, perchè fa caldo, perchè sono noiosi, perchè non ci rompano le scatole mentre viaggiamo.

NO. MAI.
MAI IN AUTO SENZA SEGGIOLINO E SENZA CINTURE DI SICUREZZA.

Perchè in caso di incidente,
cosa succede ad un bambino nell'ovetto non legato dalle cinture?
cosa succede ad un bambino di 2-3 anni in auto senza seggiolino?

cosa succede allo stesso bambino di 6 anni in auto senza rialzo?
cosa succede ad un bambino di 10 anni in auto senza cinture?

cosa succede ad un bambino di 10 mesi sul sedile anteriore in braccio alla sua mamma?
SUCCEDE CHE LA MAMMA LO UCCIDE.



martedì 11 giugno 2013

I giocattoli ecologici e creativi di Biosolex





Ho ricevuto dall'online shop Biosolex.com una selezione di giocattoli in materiali naturali e che stimolano la creatività, ed ecco a voi la mia recensione.


Biosolex è un negozio online di giocattoli altamente selezionati: vengono proposti sul sito solo se sono prodotti con materiali naturali, o con materiali che rispettano l'ambiente come la plastica riciclata, o ancora se particolarmente stimolanti per la creatività del bambino.
La scatola magica che la Pupattola ha voracemente aperto subito dopo il dlin-dlon del corriere conteneva quattro giochi, scelti da me sul catalogo di Biosolex:

una confezione di bolle di sapone con trombetta forma-bolle di Pustefix
una confezione di colori atossici Klecksi
una confezione di Playmais
un set di timbri in legno di Melissa&Doug.


Noi ci siamo buttati subito sui colori. Da usare col pennello o con le mani,  la Pupattola si è divertita soprattutto a "strizzare" i tubetti di colore, che usciva fine fine dal beccuccio. A lei piaceva fare il filo di colore, a me piaceva che il colore non schizzasse via senza controllo per tutta la casa (anche se essendo colori naturali il lavaggio è piuttosto semplice).


ed ecco una delle nostre opere :)







Si tratta di alcuni dei tantissimi giocattoli che possono essere scelti da un ricco catalogo, in cui i prodotti si distinguono per un comune denominatore: la sicurezza per i bambini. Si tratta infatti in tutti i casi di giocattoli che rispettano tutte le normative europee sulla sicurezza dei giocattoli secondo la UNI EN 71; sono prodotti da aziende storicamente riconosciute per essere impegnate nella sicurezza, nel garantire la qualità e non tossicità dei materiali (parlavamo giusto poco tempo fa dei giocattoli cinesi sequestrati dalla Comunità Europea perchè prodotti con materiali tossici).

Il Playmais ed i colori Klecksi sono ad esempio ottenuti con coloranti alimentari, in modo da essere sicuri anche in caso di ingestione da parte del bambino. I prodotti del marchio americano Melissa & Doug sono in legno, e le bolle dell'azienda tedesca Pustefix sono collaudate da oltre 50 anni di produzione e distribuzione in tutta Europa.

La cosa bella di questo sito, comunque, è a mio parere la facilità di navigazione. Trovare un giocattolo da scegliere è facilissimo, perchè sono organizzati secondo diversi criteri: il menu di navigazione a sinistra è diviso a seconda delle età del bambino (comodissimo, soprattutto se dovete fare un regalo), oppure secondo il marchio, se siete particolarmente affezionati a una certa ditta; secondo il prezzo (anche questo utilissimo per rispettare il proprio budget senza perdere tempo); o ancora per tipologie di giocattoli: ci sono giocattoli che vanno ad energia solare per i più grandi, così come le bambole in cotone bio per i più piccoli.

Inoltre, trattandosi di un e-shop, è sempre bello sapere quanto ci sarà da aspettare per la spedizione, e su Biosolex sai subito se il prodotto che hai scelto è disponibile a magazzino. Un piccolo "semaforino" indica la disponibilità da giallo a verde, oppure ti dice subito se dovrai aspettare, con un bel rosso.

Infine un piccolo trucco: in home-page ci si può iscrivere alla newsletter, basta questo per ricevere subito un buono sconto di €5! :)